Rambo torna in azione. Ma sul piccolo schermoTrattative avviate con Stallone

John Rambo è pronto a tornare. Trasferendosi però dal cinema alla televisione. Il produttore (uno dei più esperti e prolifici di Hollywood) e amico di Stallone, Avi Lerner, starebbe negoziando la presenza di Sly nel progetto, se non proprio in pianta stabile almeno in alcuni episodi. Se così fosse potrebbe diventerebbe una della serie più attese del piccolo schermo: Rambo in versione televisiva. Con il Rambo originale a bordo potrà partire lo «scandagliamento» dei vari network, alla ricerca del migliore contratto possibile. Proprio Lerner ha rilasciato le prime dichiarazioni: «Sono eccitato dall'idea di poter collaborare ancora con il mio caro amico Sly, per un ritorno in questa nuova veste della leggenda di Rambo». La notizia è subito rimbalzata sull'Hollywood Reporter. La testata a stelle e strisce sottolinea che sarebbe la canadese Entertainment One ad aver raggiunto un accordo con la Nu Image (la casa di produzione di Lerner), che detiene i diritti sul personaggio Rambo, per realizzare la serie basata sul popolare eroe degli anni Ottanta. Ora resta da definire l'effettiva partecipazione di Stallone al progetto. Ma su questo «dettaglio» sembra che pesino questioni di chacet. Ma non dovrebbero essere problemi insuperabili se si tiene presente che la saga del reduce giustiziere il cui primo episodio cinematografico è uscito nel 1982 in totale ha incassato, considerando il merchandising, la bellezza di 727 milioni di dollari in giro per il mondo. Semmai il difficile sarà riadattare la trama all'età di Stallone e al fatto che non comparirà certo in tutti gli episodi.