"Il Redivivo" vince ai Golden Globe. A bocca asciutta il dramma lesbo "Carol"

La serata, presentata dall'attore e comico britannico Ricky Gervais ha confermato tante delle previsioni dei giorni scorsi, regalando però anche diverse sorprese

È andata in scena questa notte al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles la 73esima edizione dei Golden Globe, i premi assegnati al meglio del cinema e della tv Usa dall'Hollywood Foreign Press Association (HFPA), l'associazione dei giornalisti della stampa estera di Hollywood.

La serata, presentata dall'attore e comico britannico Ricky Gervais ha confermato tante delle previsioni dei giorni scorsi, regalando però anche diverse sorprese.

Il grande vincitore della manifestazione è stato "Il redivivo", ultimo lavoro di Alejandro González Iñárritu con Leonardo DiCaprio protagonista, in uscita nelle sale italiane questa settimana. Il film si è portato a casa tre dei premi più importanti: miglior film drammatico, miglior regia e miglior attore protagonista.

Due premi per il fantascientifico "The Martian" di Ridley Scott. Il film, che racconta una storia di sopravvivenza su Marte, è stato premiato anch'esso come miglior film, però nella categoria commedia, mentre Matt Damon, che interpreta l'astronauta che rimane bloccato sul pianeta rosso, ha ricevuto il globo come miglior attore per la stessa categoria.

Sul fronte femminile, i due premi come miglior attrice protagonista sono andati a Brie Larson, per il drammatico "Room", e a Jennifer Lawrence per "Joy". Tra gli attori vincitori della serata anche Kate Winslet, come miglior attrice non protagonista in "Jobs" e Silvester Stallone, miglior attore non protagonista in "Creed".

Cocente sconfitta per Carol, dramma lesbo ambientato negli anni '50 con Kate Blanchette e Rooni Mara protagoniste. La pellicola aveva ricevuto 5 nomination ma è rimasta a mani vuote. Adesso si aspettano le nomination per gli Oscar, il 14 gennaio, per una seconda chance di vittoria in questa stagione cinematografica.

Un premio va anche all'Italia grazie a Ennio Morricone. Il compositore ha vinto il Golden Globe - è il terzo della sua carriera - per la colonna sonora di "The Hateful Eight", il western di Quantin Tarantino. Al Beverly Hills Hotel però è stato il regista a ritirare il premio dicendo: "Per quel che mi riguarda Morricone è il mio compositore preferito e quando parlo di compositore non intendo quel ghetto che è la musica per il cinema ma sto parlando di Mozart, di Beethoven, di Schubert".

Sul fronte televisivo, sono state le novità di quest'anno a portarsi a casa l'ambita statuetta. Il premio come miglior serie tv è andato infatti a Mr. Robot (drammatico) e Mozart in the Jungle (commedia). Tra gli attori, la premiazione più interessante è stata quella a Lady Gaga, incoronata dalla stampa estera come miglior attrice protagonista per "American Horror Story: Hotel".

Video che ti potrebbero interessare di Spettacoli