Renato Zero sfida l'Isis: "Che venissero in Italia, me li inchiap... tutti"

Così il cantante risponde con questa battuta a margine della premiazione del concorso Zero in Letteratura a chi gli chiede cosa pensi di fronte all’immagine del Colosseo con la bandiera dell’Isis

"Ci provassero... Me li inchiappetto!". Renato Zero risponde con questa battuta a chi gli chiede cosa pensi di fronte all’immagine del Colosseo con la bandiera dell’Is fatta circolare nelle ultime settimane dai jihadisti con la minaccia di conquistare la capitale.
Poi, più serio, aggiunge: "Bisogna imparare a confrontarsi con tutte le culture ma non è certo la violenza il modo giusto.

Bisogna prima di tutto aiutare e soccorrere chiunque arrivi, per carità, però io credo che ogni popolo andrebbe prima di tutto aiutato a vivere con dignità dove ha le sue radici anche per preservare le diverse culture. Questo lo penso anche per i poveri migranti che muoiono nel mediterraneo cercando di raggiungere le nostre coste. Rischiamo di costruire un mondo in cui si perdono tutta la ricchezza delle diverse identità culturali. Andiamo verso un appiattimento orribile: basta vedere la tristezza che fa vedere in ogni aeroporto e su ogni bancarella di qualsiasi posto nel mondo la stessa paccottiglia. E invece il mondo è bello perché è vario", conclude l’artista.

Commenti

joker64

Sab, 07/03/2015 - 11:38

Bravo Renato, io aggiungo che per quell'immagine dovremmo chiedere i danni, ma forse i politici non hanno il tuo stesso coraggio (parlo di quelli che governano),pronti a farci calpestare da chiunque e senza un briciolo di amor di patria.Una guerra senza eroi...