Ma restano gli enigmi Simona Ventura e Raffaele

La conduttrice ancora in forse. Sfuma il programma della comica (perché va a Sanremo)

Nel gigantesco repackaging di Rai2, che cambia stile e annuncia una voluta complementarietà a Rai1, ci sono due enigmi non proprio secondari. Il primo è naturalmente quello legato a Simona Ventura. L'altro giorno, in una intervista al Messaggero, il direttore generale dei palinsesti Mediaset, Marco Paolini, ha sostanzialmente confermato l'addio alla Ventura. Sembrava quindi certo l'annuncio del suo ritorno in Rai. Ma ieri il neodirettore di Rai2 Carlo Freccero è rimasto sul vago: «La stimo tantissimo, è una che fa audience e piace ai pubblicitari, è number one dei talent. Punto e basta». Appunto, punto e basta. Non si sa altro.

A dar retta alle indiscrezioni, sembrava fatta per l'approdo a The Voice (anche nel ruolo autorale) ma ieri Freccero ha spiegato che «il programma deve risolvere un problema semplice, non ci sono studi a disposizione. Si fa soltanto se ne troviamo uno a disposizione, altrimenti no». Poi, rispondendo alle autorevoli indiscrezioni sul costo di ciascuna puntata (che avevano anche scatenato la reazione di Michele Anzaldi) ha spiegato che la cifra non sarebbe di un milione a puntata ma «solo» di 400mila. Come si possa tagliare 600mila euro mettendo in campo anche una superstar come la Ventura è difficile da capire oggi. Poi c'è il «caso» della bravissima Virginia Raffaele. Lei ha partecipato la scorsa estate alla presentazione dei palinsesti Rai (c'era ancora il dg Orfeo) e tutti si attendevano un suo programma proprio su Rai2 a inizio primavera. Invece evidentemente il progetto è passato in archivio. Un'altra decisione che confermerebbe le indiscrezioni sulla Raffaele tra i conduttori del prossimo Festival di Sanremo insieme con Claudio Bisio. Sarà così? Manca poco e si scoprirà.