Riccardo Guida super

Riccardo Guida è un fenomeno della batteria che non si limita a essere solo virtuoso. Nelle sei tracce strumentali di Antinomy ha dato al proprio drumming un'importa smaccatamente rock, vicina a Dream Theater e persino Metallica. Ma il disco nel suo insieme fonde matrici diverse e lontane come quelle di metal e fusion con il progressive più calibrato ed eclettico. E tra i virtuosismi e le soluzioni spericolate di tutti i musicisti spuntano anche la cronaca (Asylum sul bisogno dell'accoglienza e Qibla, un inno contro la volontà Isis di zittire la musica) e addirittura le categorie filosofiche visto che Antinomy cita le antinomie kantiane. Disco che paga un debito con l'attualità musicale ma che è dannatamente entusiasmante.