Rischiatutto, boom di ascolti

Il programma, che ieri vedeva una sfida tra vip e campioni storici del programma reso celebre da Mike Bongiorno, è stato visto da 7.537.000 telespettatori e il 30,79% di share

Vero boom per il ritorno su Rai1 del Rischiatutto targato Fabio Fazio: il programma, che ieri vedeva una sfida tra vip e campioni storici del programma reso celebre da Mike Bongiorno, è stato visto da 7.537.000 telespettatori e il 30,79% di share. Stasera andrà in onda la seconda puntata, con la partenza del vero quiz e la gara con nuovi concorrenti.

Il logo dell'omino terrorizzato dalla domanda in arrivo, le pareti a righe enormi, il mitico tabellone, le cabine circolari, il jingle d'antan. Fabio Fazio si è messo alla guida della macchina del tempo. A 42 anni dall'ultima puntata del 25 maggio 1974, la scommessa era di provare a giocare con la memoria e il Dna della tv.

Ieri sera si sono affrontate le squadre di vip - Maria De Filippi con Christian De Sica e Fabio De Luigi, Lorella Cuccarini con Fabrizio Frizzi e Vincenzo Salemme - contro tre glorie di Rischiatutto, Giuliana Longari, Maria Luisa Migliari e Andrea Fabbricatore. Le materie sono da nostalgici dei pulsantoni, tra Sinatra e formaggi erborinati, Beatles e patate ("si può dire in tv?", scherza Fazio rievocando i doppi sensi e le gaffe di Mike), le star appaiono concentrate e piuttosto preoccupate ("Ho capito durante le prove che ho un'ignoranza che si taglia con il coltello", ammette Fabio De Luigi, mentre Maria De Filippi ha studiato tutta la domenica a casa con Maurizio Costanzo), il più divertito di tutti è Fazio, che da anni sognava di regalarsi Rischiatutto.

È per questo che ha "rischiato", tuffandosi nella memoria a dispetto della tv multicanale e multipiattaforma, del pubblico che sogna il successo con i talent e si specchia nei factual, e recuperando l'archetipo di una tv che spopolava negli anni '70: era l'Italietta che faceva i conti con il post '68 e il terrorismo, con i mutui e le scuole serali, ma il giovedì sera restava incollata davanti ai televisori - con punte di ascolto oltre i 20 milioni di spettatori - per seguire il quiz che mescolava nozionismo e misura, cultura e intelligenza, in barba alla filosofia sempre imperante della spintarella. Tra spezzoni d'epoca e dispute lessicali, Alberto Tomba materia vivente e sfide al tabellone, incursioni di Nino Frassica e qualche inevitabile caduta di ritmo, alla fine il vincitore è De Sica: i 158 mila euro conquistati dalla sua squadra andranno in beneficenza al Centro Astalli e a Medici Senza Frontiere. L'ultima sorpresa è Peppino Di Capri, che spunta in studio per accennare Amare di meno, sigla di chiusura delle edizioni del 1971/72. Stasera tocca a Fiorello aprire la scatola dei ricordi: "L'emozione più forte è quella di entrare in un pezzo di storia della tv italiana. Non so se tutti possano comprenderla - dice lo showman, che torna in tv dopo cinque anni per rendere omaggio all'amico Mike - bisogna aver vissuto ciò che è stato il Rischiatutto per noi di quella generazione: avevo 10 anni e me lo ricordo perfettamente".

Commenti

joecivitanova

Ven, 22/04/2016 - 11:37

Mah, secondo me questo boom del Fabietto Falzietto nazionale la dice lunga a che livello siamo arrivati nella nostra povera italietta, ed anche, credo, ma non spero, chi potrebbe vincere alle..prossime elezioni..!! G.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 22/04/2016 - 13:02

Ma siete diventati tutti matti , adesso fate pubblicità alla RAI , ma la linea editoriale è d'accordo ?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 22/04/2016 - 13:34

joecivitanova: consueto post, il tuo, basato sull'equazione "Fazio=Komunista" (con annesso delirio politico-elettorale fuori luogo) quindi da stroncare a prescindere. Non so quanti anni tu possa avere e se, negli anni 70, stavi davanti alla TV a guardare Rischiatutto. Ebbene io ero ragazzino ma c'ero, e ricordo chiaramente che la trasmissione, i partecipanti e la difficoltà stessa dei quiz era tutt'altra cosa rispetto ad "Affari tuoi" ed altre banalità odierne alla portata di qualsiasi capra... non a caso quella trasmissione è entrata a pieno diritto nella storia della televisione italiana. Ma tu probabilmente sarai un estimatore de "Il Grande Fratello" e "L'Isola dei Famosi"...

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 22/04/2016 - 14:44

PRIMA DI TUTTO E' STATA CURIOSITA' PIENA SI VEDRA' DALLA TERZA QUARTA PUNTATA. SECONDO HA DETTO FAZIO IL MONTEPREMI SONO PER I RIFUGIATI. NON POTEVA ANDARE CONTRO LA SUA POLITICA SINISTRA, MA NON CI SONO GLI ITALIANI CHE VIVONO DISPERATI? IL BARBETTA NON E' A CONOSCENZA?

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 22/04/2016 - 14:46

RIPETE I PROGRAMMI COME I FILM RICORDATE I SOLITI IGNOTI 20 ANNI DOPO? E' COME L'AMICIZIA RIPRESA E' COME LA MINESTRA RISCALDATA.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Ven, 22/04/2016 - 19:20

Perchè riportare in vita quegli anni? I soldi che vanno ai rifugiati, odierni invasori, gettano un'ombra inquietante su questo revival e sui nostri anni di euforica disperazione. Anni peraltro inquietanti, anche quelli del primo Rischiatutto, e per altri motivi: ma erano anni solamente inquietanti e non disperati. Ma la vera TV irripetibile è negli sceneggiati di quegli anni: forse siamo diventati più bravi a fare i polizieschi, ma provate, invece, a rifare 'Il segno del comando' e quella Roma ancora capace di essere così inquietante! Non si gioca con l'identità

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 22/04/2016 - 20:51

Merito di Fabio Fazio. Tanto odioso con la palla al piede della Littizzetta, che è riuscita a mostrificarlo, senza che il poveretto e quant'altri se ne rendessero conto. Questa mia è un'osservazione molto seria. Ieri sera Fazio ha sfoderato una professionalità eccezionale, rivelando di possedere uno stile di grande conduttore che non ha nulla da invidiare al grande Mike. Occupatissimo, oltretutto, a rispettare la scaletta del format. Bravo Fabio. Mai più con la jolanda. Ne va del tuo futuro. Sii serio. Non puoi permetterti di giocare con la tua vita. -riproduzione riservata- 20,50 - 22.4.2016

joecivitanova

Sab, 23/04/2016 - 01:06

Egregio Signor Dreamer 66, le consiglio di fare una bella dormita stanotte; buonanotte e sogni d'oro. Giuseppe.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 23/04/2016 - 08:45

Ieri sera però, subito dopo l'appropriazione dello schermo da parte di Fiorello e di Frassica, mi sono riversato su Rai Storia e Rai 5 Rai Scuola. Con tutto il rispetto per le loro rispettabilissime persone, non riesco ad accettarli nei programmi di intrattenimento. E non sono i soli che rigetto. Fabio, con tutto il bene dell'anima, disfatene. Con loro rischitutto. -riproduzione riservata- 8,45 - 23.4.2016