Ritardi, gaffe, litigi. Madonna cuore troppo ribelle

La star sta passando un momento difficile. Il tour ha registrato proteste e in tribunale sarà battaglia per l'affido del figlio

Durante la sua carriera, Madonna è stata travolta da scandali, separazioni, flop, divorzi, ma in questo periodo la sua vita professionale e familiare sembra segnare un punto di non ritorno; a disagio sui palchi di tutto il mondo e abbandonata dal figlio di 15 anni Rocco, la popstar sembra essere entrata in una fase discendente. Nell'ultimo Rebel Heart Tour, la cantante si è permessa di fare ritardi pazzeschi, mandando su tutte le furie i fans. A Louisville, la popstar 57enne si è presentata sul palco a detta di molti ubriaca e con un ritardo vergognoso; dopo una pioggia di critiche, in un post pubblicato sui social, Madonna si sfoga così: «Il mio show dura 2 ore e 15 minuti, in cui ballo e canto no stop. È molto interessante vedere come la società continui a trattarmi in modo sessista e continui a prendere tutto ciò che dico in modo letterale! Se fossi un uomo nessuno mi avrebbe criticato». Quest'ultimo episodio segue quello dello scorso 15 dicembre a Manchester, dove la popstar ha insultato i fans che si lamentavano per il ritardo: «Vorrei ringraziarvi per la pazienza. Non amo essere in ritardo ma voi altri stronzi che continuate a lamentarvi dovreste chiudere la vostra bocca». Come se non bastasse, i fatti si sono reiterati. Il concerto di Atlanta, invece di cominciare alle 20, è iniziato alle 23, quando molti degli spettatori dovevano andarsene per prendere l'ultimo treno. A documentarlo è una fan che ha postato il video su Youtube, dopo che su Twitter si è scatenata la protesta degli appassionati, con insulti quali «Il peggior concerto mai visto» o «Non ricordava nemmeno i testi e le coreografie». A Nashville, è apparsa due ore dopo il previsto e una volta sul palco ha iniziato a insultare l'ex marito Guy Ritchie. Dopo il concerto, ha postato due nuove foto su Instagram, non scusandosi per i ritardi e negando di essersi presentata su di giri: «Non bevo mai prima di un'esibizione». Poi ha aggiunto che i tre ritardi in una settimana erano colpa dei tecnici. Ma ciò che sta mettendo la cantante a dura prova è la battaglia legale per la custodia del figlio Rocco. Il quindicenne preferirebbe una vita stabile, in Inghilterra con il padre, il regista Guy Ritchie. La regina del pop, però, è ricorsa al giudice. Il tutto è venuto fuori dopo che il ragazzo, che su Instagram ha oltre 130.000 fan e un profilo privato, ha bloccato la madre, decidendo poi di eliminare la propria presenza dal social network. Potrebbe essere semplicemente un gesto di ribellione, se non ci fosse dell'altro; infatti, Rocco è stato in giro per il mondo con la madre fino a poco più di un mese fa, ma dopo la tappa di Stoccolma, il ragazzo si sarebbe fermato a dormire dal padre a Londra. Guy Ritchie lotterà in tribunale per ottenere la custodia esclusiva del figlio, e pare che una delle ragioni di attrito tra Madonna e Rocco sia l'abitudine della popstar a pubblicare immagini imbarazzanti del figlio. I fan criticano, ma difendono pure. I Rebel hearts hanno dimostrato in ogni modo il loro affetto, tanto che Madonna ha scritto in un post: «Vi ringrazio enormemente per tutto quello che state facendo! Vuol dire moltissimo per me! È bastata una sola parola gentile a salvarmi!».