Il ritorno doc di Laneve

Tra adattamenti di Moustaki (La dama bruna), inediti e brani ispirati a Pascoli (Morvan), Giorgio Laneve ritorna alla canzone d'autore dopo decenni. La sua è una delle storie più belle della nostra musica, quella di un artista che oltre quarant'anni fa debutta con un album che arriva in finale a Un disco per l'Estate e una voce non forte ma espressiva che convince tutti. Poi, come spesso accade, la strada personale lo ha portato lontano: è diventato un ingegnere elettronico e da lì in avanti la vita ha preso una piega diversa. Ora torna all'origine. E in questo La mia più bella storia d'amore sei tu restituisce uno spirito compositivo e cantautoriale che a molti potrebbe sembrare vintage ma che è soprattutto vero. Musica da non trascurare.