La rivelazione di Robbie Williams: "C'è qualcosa che non torna in me"

Il cantante ha raccontato di avere dei buchi neri nella sua mente: "Forse è Asperger o autismo. Non so bene cosa abbia, ma ho qualcosa"

"È un lavoro piuttosto difficile stare nella mia testa. Ho un’interessante forma di malattia mentale compulsiva, ossessiva. Direi". Così il cantante inglese Robbie Williams torna a parlare dei suoi disturbi mentali che avevano messo in allarme i fan. "C’è qualcosa che non torna in me. Ho dei punti ciechi, dei buchi neri. Forse è Asperger o autismo. Non so bene cosa abbia, ma ho qualcosa", ha dichiarato la star alla radio della Bbc.

L'ex Take That ha raccontato di come le semplici azioni quotidiane siano diventate faticose per lui. "Giorno dopo giorno questa sensazione cambia. Le cose che ho fatto il giorno prima possono diventare incredibilmente difficili e non so perché sia tanto difficile per me anche alzarmi dal letto. Ma sono così".

Già in passato il cantante ha ammesso di soffrire di depressione e ansia. All'apice del successo, negli anni Novanta, Robbie Williams aveva iniziato ad avere problemi legati all'abuso di alcol e droghe e in più di un'occasione aveva dichiarato cha a salvargli la vita era stato l'amore della moglie, l'attrice americana Ayda Field.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 29/06/2018 - 22:40

Non è che ti sei confuso?

ilbelga

Sab, 30/06/2018 - 10:30

se avessi lavorato in catena di montaggio, non ti sarebbe rimasto tanto tempo per droga e alcol. sei sempre in tempo a cambiare mestiere.