Rivoluzione Mediaset Premium: lasciano Piccinini e Pistocchi

L'anno prossimo il popolare telecronista commenterà soltanto le partite di Champions League in chiaro. Out anche Pistocchi, Calcagno e Caligari

Cambiano alcuni volti storici di Mediaset Premium. L'indiscrezione di qualche settimana fa sulla possibile separazione da Sandro Piccinini è stata confermata dal diretto interessato, che su Twitter scrive: "Ufficiale la separazione amichevole da Premium, ma confermo che farò tutte le partite di Champions su Canale5. Per il futuro si vedrà...". E non è finita qui, dato che a lasciare la tv a pagamento del gruppo Fininvest sono anche altri noti personaggi targati Mediaset: i giornalisti Massimo Calligari e Mikaela Calcagno e lo storico opinionista Maurizio Pistocchi.

Per quanto riguarda Sandro Piccinini, il telecronista 59enne divenuto famoso per le sue frasi ricorrenti "Sciabolata morbida" e "Non va!" recide solo parzialmente il suo legame con Mediaset, azienda per la quale lavora addirittura dalla stagione 1989/1990.

Per l'ultimo anno di trasmissione in esclusiva della Champions League, il gruppo guidato da Piersilvio Berlusconi ha convinto Piccinini a proseguire almeno ancora per una stagione il suo rapporto con il Biscione, ma la sua collaborazione si limiterà a poche partite. Non uno ma ben due passi indietro per una delle voci storiche del giornalismo sportivo italiano.

Ma il rinnovamento della tv a pagamento di Mediaset non si limita all'ex conduttore di "Guida al campionato" e "Controcampo". Dopo tanti anni da opinionista di punta dei salotti sportivi del Biscione, lascia anche Maurizio Pistocchi. "Ma rimango un dipendente di Mediaset" ha precisato il giornalista, che lavora da più di 30 anni per il gruppo di Cologno Monzese.

Sulla "rescissione" di Pistocchi potrebbero avere influito le continue polemiche da lui ingaggiate sui social contro i tifosi della Juventus, che rappresentano una fetta importante del pubblico di Premium. Senza contare la frase contro Gianluigi Buffon pubblicata sul suo profilo Twitter all'inizio del mese di giugno.

Il ridimensionamento di Mediaset Premium, che dal 2018 limiterà alla Serie A e a qualche campionato straniero l'offerta di partite a pagamento, ha interessato anche due giornalisti importanti della redazione: la presentatrice Mikaela Calcagno e Massimo Callegari. Entrambi non hanno ancora commentato la notizia.

Commenti

baio57

Mer, 12/07/2017 - 17:51

Proprio lui ? Una sciabolata incredibile...

Kamen

Gio, 13/07/2017 - 08:07

La parzialità anti juventina dei commentatori sportivi? di Mediaset(dice bene Allegri quando afferma che c'è gente che sdottora di calcio) è superata solo da quella di Sky.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Gio, 13/07/2017 - 09:47

Ogni tanto un buona notizia ma, in cauda venenum: ".... confermo che farò tutte le partite di Champions su canale 5". L'insopportabile petulante se ne va. Quanto alle partite da lui ancora "commentate", si fa per dire, basta vederle sulla TV Svizzera. Anche quelle a pagamento li sono gratis.