Robin Wright: "Per Kevin Spacey è stato un incubo"

In attesa dell'ultima stagione di House of Cards, Robin Wright parla della situazione di Kevin Spacey, rompendo il silenzio sulla questione

C’è grande attesa per la stagione finale di House of Cards. È di dominio pubblico il fatto che Robin Wright prenderà il posto di Kevin Spacey come protagonista della show di Netflix, dopo le accuse di molestie che hanno destabilizzato la vita dell’attore premio Oscar. Robin Wright per molto tempo ha sorvolato sulla questione di Spacey, le interviste rilasciate nei mesi scorsi sono state laconiche, recentemente però ha rotto il silenzio.

Credo che ogni essere umano ha la possibilità di ravvedersi” afferma, “e Kevin presto o tardi avrà la sua seconda possibilità. Tutto dipende anche da lui. So che in questo momento sta facendo un grosso lavoro su se stesso e il modo in cui si relazione con gli altri” continua Robin Wright.

Durante l’intervista l’attrice apre una lunga parentesi anche su tutto quello che è accaduto alla vita privata del suo ex collega di set, dopo che lo scandalo ha preso forma. “Mi dispiace per come sono andate le cose. Per lui è stato un vero incubo, ne sono sicura. Mi rendo che in molti non riescono a distinguere il nostro essere attore/attrice e la vita privata, sono due cose che devono essere tenute distinte e separate” continua, “Che sia positiva e negativa, non credo che debba interessare a nessuno.

In questo contesto Robin Wright ha affermato che, poco dopo il licenziamento di Spacey, lei stessa ha lottato strenuamente per permettere alla serie tv di continuare. “ In ballo c’erano più di 2500 persone che da un giorno all’altro si sarebbero trovate senza lavoro. Non era giusto, quelle persone non avevano nessuna colpa.”L’ultima stagione di House of Cards sarà di otto episodio e nel cast ci sarà anche Daine Lane, Costance Zimmer e altri ancora.