Robinson Crusoe, in arrivo il primo film d'animazione

Le avventure del naufrago, raccontate nel romanzo capolavoro di Daniel Defoe, rivivono nel lungometraggio animato "Robinson Crusoe" presentato al Cartoon On the Bay a Venezia

Il naufrago più celebre di tutti i tempi avrà il suo film d’animazione: a firmare Robinson Crusoe , in uscita il prossimo 5 maggio, sono Ben Stassen e Vincent Kesteloot, in una coproduzione franco-belga distribuita dalla Notorius e presentata ieri a Venezia, nel corso della pre-apertura di Cartoon on the Bay.

Il capolavoro di Daniel Defoe, considerato primo romanzo d’avventura della letteratura moderna, diventa così un lungometraggio animato in CGI a quasi tre secoli dalla sua prima pubblicazione; al libro, negli anni, sono seguiti una mezza dozzina di adattamenti cinematografici, da Méliès a Buñuel, passando per diverse serie tv e cartoni animati liberamente ispirati al libro tra cui l’indimenticato Flo, la piccola Robinson. La nuova versione proposta, con la sceneggiatura di Chris Hubbell, Sam Graham e Dominic Paris, rivisita il mondo dell’isola di Crusoe, popolandola di amici animali, compagni d’avventura del naufrago, e alleggerendone i toni senza privarla di temi attuali come l’accoglienza del prossimo.

"In un'edizione che ha come tema quello dei miti e degli eroi, ci è parsa la scelta migliore proporre Robinson Crusoe, che è stato uno dei primi grandi eroi della nostra infanzia" ha dichiarato il direttore artistico di Cartoons on the Bay, Roberto Genovesi, prima della proiezione per il pubblico, cui ha preso parte anche il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro. Ad avvicendarsi a fianco del protagonista, tra gli altri, saranno Mak, detto Martedì, pappagallo adolescente iperattivo insofferente alla vita sull’isola che prenderà il posto dell’indigeno Venerdì, la femmina di martin pescatore Kiki saggia quanto diffidente verso gli estranei, il fedele cane scozzese Ainsley che affronterà il naufragio assieme a Crusoe, il giocoso porcospino Epi e il coraggioso camaleonte Carmello; il gruppo, naturalmente, si troverà a fronteggiare una serie di pericoli, da una nave carica di pirati alla banda di gatti capitanata da May e Mal.

La diversità in questa nuova versione di Robinson Crusoe è data dal fatto che è raccontata dal punto di vista degli animali e illustra il loro contributo alla sopravvivenza di Robinson” racconta Kesteloot nelle note di regia, sottolineando: "[è] estremamente importante mantenere la differenza tra animali e umani. Se Robinson dovesse naufragare su un'isola in cui gli animali camminano eretti, indossano abiti e lo invitano a cena, si sarebbe potuto perdere uno degli elementi essenziali della storia: l'isolamento che prova un essere umano a essere separato dai suoi simili".