Roger Waters, stop alla vendita del disco in Italia: ‘Ha copiato Isgrò?’

Il Tribunale di MIlano ha confermato la decisione di giugno in quanto Roger Waters avrebbe plagiato le "Cancellature" di Emilio Isgrò

Roger Waters non potrà più commercializzare il disco/cd di "Is this the Life We Really Want" in Italia. Emilio Isgrò, artista concettuale, ha vinto la sua battaglia legale contro il solista Roger Waters, ex bassista dei Pink Floid.

La copertina dell'ultimo disco del cantante inglese assomiglierebbe troppo alle "Cancellature" di Isgrò. La decisione è stata presa dal giudice Silvia Giani della sezione specializzata del Tribunale di Milano che, come spiega il Corriere della Sera, già lo scorso 16 giugno aveva inibito la commercializzazione, la diffusione e la distribuzione dell’involucro, della copertina, del libretto illustrativo e delle etichette dell’album alla Sony che ha prodotto il disco.La Giani ha ritenuto che la copertina "ha ripreso pedissequamente la forma espressiva personale dell’artista" e pertanto ha imposto alla Sony una penale di 100 euro per ogni violazione o inosservanza successiva del provvedimento del Tribunale. Da Sony Italia per ora non commentano la decisione del Tribunale ma non è escluso che la vicenda legale prosegua in appello.

Vittorio Sgarbi, che aveva presentato anche una perizia in prima istanza, si scaglia contro la sentenza: "È come se gli eredi di Leonardo avessero dovuto querelare Duchamp per la Gioconda coi Baffi". "O Waters non se ne è accorto, perché la posizione delle parole nei due manufatti è diversa e il gioco di una frase per sottrazione può farlo chiunque", sottolinea il critico che spiega che, anche se la scelta della copertina fosse intenzionale l’idea Waters non sarebbe deprecabile. "Sarebbe un bellissimo omaggio che rende merito al lavoro di Isgrò, nulla di più, nulla di meno. Anche perché si tratterebbe di due categorie merceologiche diverse, non di un falso d’artista". Sgarbi ipotizza che "Isgrò stia approfittando della popolarità di Waters, querelandolo, per rinverdire la sua, evidentemente un po’ in calo".