Roger Waters sublime

Come compositore Roger Waters è sempre stato superiore a Gilmour e Wright. I dischi solisti, sulla falsariga di The Final Cut e dunque non proprio allegri, sono tutti di buon livello. Certamente The Pros and Cons of Hitch Hiking scorre via orecchiabile. Ma se non avete paura del buio e vi piace Jeff Beck provate il rock di Amused to Death (1992). L'atmosfera opprimente, i testi amari e certi inquietanti silenzi marchiano l'arte sublime di Waters. Non rimasterizzato.