Ron: «Alemanno? Non era fidanzato col grande Lucio»

La data è ufficiale: martedì 4 marzo 2014 verrà costituita a Bologna la Fondazione Lucio Dalla, nel giorno dell'anniversario del suo compleanno a circa due anni dalla scomparsa. Fortemente voluta dai suoi cugini, la fondazione ha già in cantiere diverse iniziative tra cui l'apertura al pubblico della Casa Museo di Lucio Dalla in via D'Azeglio. Il consiglio direttivo della fondazione è composto dai cugini di Lucio Dalla e gli altri componenti del consiglio Daria Grazia, Patricia Baroncini, Stella Caracchi, Stefano Caracchi, Cinzia Faccani, Annalisa Caligiuri, Alessandra Bonazzi; presidente onorario è Umberto (Tobia) Righi. È in fase di definizione il comitato tecnico che dovrà dare vita e sviluppo alle attività della fondazione e sarà composto soprattutto da personalità qualificate in vari campi. Il programma con le prime iniziative sarà reso noto a giugno. Nel frattempo Ron, ospite in tv di Verissimo su Canale 5 per presentare il suo album Un abbraccio unico ha parlato del rapporto che legava Lucio Dalla a Marco Alemanno: «Non era il compagno di Lucio Dalla. Era una figura molto importante per lui perché gli risolveva dei problemi enormi. Era il suo segretario ed era il suo produttore». Il cantautore nell'intervista che andrà in onda oggi ha anche dichiarato: «Non so perché alla morte di Lucio abbiano tirato fuori questa cosa. Non si può alla morte di una persona così importante per l'Italia andare a toccare una sfera così privata e intoccabile, perché, prima di tutto non era vero e, secondo, perché così hanno tolto a Lucio un pezzo di dignità».