Ruggeri passa a Soundreef. Siae: "Incomprensibile"

Enrico Ruggeri lascia Siae (Società Italiana Autori Editori) per affidare a Soundreef la raccolta e gestione dei diritti d'autore. L'accordo tra l'artista e la società fondata da Davide D'Atri è operativo dal primo gennaio di quest'anno. «L'arrivo di Enrico Ruggeri - commenta Davide D'Atri, Ad di Soundreef - è un grande onore». La Siae non nasconde il proprio «disappunto» per le dimissioni di Ruggeri. «Siamo noi a ringraziare il Maestro Ruggeri che per tantissimi anni è stato nostro associato e che nel 2016 è stato tra i primi mille firmatari della Lettera Siae in Difesa del Diritto d'Autore. La sua scelta ci risulta francamente incomprensibile», afferma il dg di Siae, Gaetano Blandini, che aggiunge: «la società a cui ha deciso di affidarsi opera illegittimamente nel nostro Paese in cui l'attività di intermediazione del diritto d'autore è consentita alle organizzazioni senza scopo di lucro e gestite dai propri associati».