Sale sul tetto e minaccia il suicidio: carabinieri finti cameraman lo salvano

Irruzione a sorpresa, ieri sera all'Ariston, di Leonardo Pieraccioni e Giorgio Panariello. Due fraterni amici (lui li ha chiamati «fratelli») del conduttore Carlo Conti. Spuntati dal fondo della platea, gli attori hanno raggiunto il palco a colpi di battute. Dalla Liguria alla Toscana il passo è stato brevissimo. Il trio «made in Florence» ha subito ingranato la quarta, autopromuovendo la «reunion» prevista... fuori casa, all'Arena di Verona. Ventidue anni dopo il primo spettacolo che i tre amici toscani fecero nel 1994, l'appuntamento è fissato per il prossimo 5 settembre. Pepati come sempre, Pieraccioni e Panariello, in particolare il secondo. Alla domanda di Conti: «avete interpellato Renzi?», Giorgio ha risposto: «perché lui ci ha interpellato per diventare presidente del Consiglio?». Una stoccata da toscanaccio che ha colpito un altro toscano.