"Salvini e Di Maio si sono incontrati nella mia cucina": così è nato il governo Conte

Il settimanale Oggi rivela in esclusiva che Matteo Salvini e Luigi Di Maio si sono incontrati in una trattoria nella periferia Nord di Roma per formare il nuovo governo

"Il governo del cambiamento? È nato in una cucina da incubo", a rivelarlo è il settimanale Oggi. Nel numero in edicola da giovedì 7 giugno, la rivista svela in esclusiva un "gustoso" retroscena sulla formazione del governo Conte. Matteo Salvini e Luigi Di Maio, infatti, si sarebbero incontrati nella trattoria Er Barone, in zona Bravetta, periferia Nord della Capitale. Il titolare della trattoria, che all’anagrafe fa Romano Pancione e che ha appena partecipato alla trasmissione Cucine da incubo, ha raccontato questo incontro a Oggi.

"Matteo Salvini e Luigi Di Maio - spiega - sono venuti qui per discutere del nuovo governo. C’erano pure Calderoli e Borghi, della Lega. Cosa si sono detti non lo so, però ti posso dire che gli ho servito spaghetti pecorino zucchine e menta. Me li ha insegnati Cannavacciuolo, e loro se li so' magnati tutti, e hanno fatto pure scarpetta". Un retroscena divertente che ha dietro una precisa motivazione sulla scelta del luogo.

Il ristoratore romano, infatti, confessa: "Elisa Isoardi abita da queste parti e spesso è venuta con Salvini, che è uno che a tavola non si tira indietro. Quando lui ha avuto bisogno di un posto tranquillo per incontrarsi con Di Maio ha scelto noi. Qui di certo non li sgamava nessuno".