Sanremo fa boom di ascolti

La finale del Festival tiene 12 milioni di italiani incollati davanti al televisore. Lo share è al 58,4%: mai così alto dal 2002

Il Festival di Sanremo condotto da Carlo Conti e Maria De Filippi è il migliore dal 2002 ad oggi.

Lo dicono i dati dell'Auditel che assegnano alla finale della kermesse musicale più popolare d'Italia il 58,4% di share. Un vero e proprio boom: ieri sera ben 12 milioni e 22mila italiani sono rimasti incollati davanti alla televisione per veder vincere Francesco Gabbani. Rispetto a un anno fa c'è stato un incremento di circa sei punti percentuali e di 800mila spettatori. Nel tre anni di conduzione di Carlo Conti (quest'ultimo con a fianco Maria De Filippi), è la finale con il maggior successo di ascolto ed è il record dal 2002, quando sul palco dell'Ariston c'era Pippo Baudo.

"Incredibile boom della serata finale di #sanremo2017!", esulta su Twitter il direttore di Rai1, Andrea Fabiano, "58,4% di share e 12 milioni di spettatori!".

Commenti

routier

Dom, 12/02/2017 - 11:56

Sparare numeri è facile, bisogna vedere quanti ci credono!

Saggio

Dom, 12/02/2017 - 11:57

secondo voi questo è un popolo che può cambiare? chiacchieroni.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 12/02/2017 - 12:11

..."panem et circenses"!!!Questo conferma che alla stragrande maggioranza degli italiani,le cose vanno bene così!!!Avanti tutta!!!

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 12/02/2017 - 12:23

Una percentuale così alta la dice lunga sui comportamenti sociali. E' un segnale che preoccupa. Significa che troppi hanno smesso di guardare ai problemi reali. L'antico insegnamento romano si sta pefettamente realizzando e i vertici sono sempre più scollati dai cittadini.

marinaio

Dom, 12/02/2017 - 13:03

Ma quali grandi ascolti!!! Lo sanno tutti che sono taroccati. É solo un calcolo statistico su un campione minimo che é poco attendibile.

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 12/02/2017 - 13:09

Ripeto quanto scritto ieri. In un paese "serio", le notizie ed i pettegolezzi su un festival della canzone finirebbero nelle pagine interne: sezione “spettacolo”. Mai e poi mai diventerebbero notizia d'apertura (ovvero la più importante) di un quotidiano; di un quotidiano "serio", ovviamente. E poi esultare per i grandi ascolti ed il successo di pubblico è segno di pochezza intellettuale. La quantità non è mai sinonimo di qualità; anzi, è vero il contrario. Milioni di italiani che seguono il festival non sono una garanzia di qualità. Se questo principio fosse valido bisognerebbe concludere che la me.r.da deve essere squisita perché miliardi di mosche ne vanno matte.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 12/02/2017 - 13:13

Sono capitato in ascolto per qualche minuto il primo giorno ed ho subito cambiato all'inizio della prima noiosa canzone, dopo aver ascoltato un lacrimevole duetto fra i due conduttori. Grande successo? Mia grande meraviglia.

il sorpasso

Dom, 12/02/2017 - 14:12

L'ultima volta che ho guardato il Festival era in bianco e nero. In questi giorni ho preferito guardare programmi di restauri di auto d'epoca e documentari su animali: decisamente meglio!

tersicore

Dom, 12/02/2017 - 15:00

L'indice di ascolto di SanRemo ci fa capire perché il PD, nonostante tutto, è ancora al 30%.

tRHC

Dom, 12/02/2017 - 17:11

se io vado sul 1mo canale,poi vedendo che c'e' s remo cambio alla svelta... anche quello fa parte dello share???? Allora e' penoso capire come si puo' imbrogliare dando notizie buttate a ca@@o!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 12/02/2017 - 17:12

....@tersicore:...già,perchè M5S è al 25%,SEL,Alfano,Verdini,Montiani,la stragrande maggioranza di chi ha votato FI.....si capisce tutto!!Sanremo è lo "specchio dei tempi"!!!

Fjr

Dom, 12/02/2017 - 18:24

Sono come i dati che fornisce l'ISTAT, un tanto al chilo

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 12/02/2017 - 19:21

Io appartengo a quelli che non fanno il boom.

routier

Dom, 12/02/2017 - 19:46

"Ci sono tre tipi di falsità: le piccole bugie, le menzogne sfacciate e le statistiche" (attribuita a Benjamin Disraeli)

rokko

Dom, 12/02/2017 - 20:15

tersicore, e soprattutto si capisce perché un tempo tutti votavano il berlusca

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 13/02/2017 - 14:34

@rokko:...visto che i voti del "berlusca" sono diminuiti parecchio,significa che l'elevato numero di attuali "affezionati"( come lei) "rinforza",e conferma il rapporto "diretto":"ascolti-cervello"....Mi raccomando alla prossima edizione,non faccia mancare il suo contributo!!!!

rokko

Lun, 13/02/2017 - 20:10

Zagovian, invece da quello che scrivi mi pare proprio che il tuo cervello sia un'entità a sé stante, non collegata con nulla, altrimenti qualcosa di sensato lo scriveresti.

rokko

Lun, 13/02/2017 - 20:22

Zagovian, voglio risponderti. Alle politiche del 2013 il PdL/Lega, il Pd ed il M5S hanno preso in totale 29 milioni di voti. 29 milioni di rincoglioniti cronici, tra i quali sono certo al 100% che ci sei anche tu. Io preferisco rincoglionirmi una settimana l'anno con Sanremo.