Sanremo, lo sfogo di Al Bano dopo l'eliminazione: "Mi hanno fatto fuori"

Durante la quarta puntata del Festival di Sanremo Al Bano, Gigi D'Alessio, Ron e Giusy Ferreri sono stati eliminati. Il cantante di Cellino San Marco chiede alcune spiegazioni alla giuria

L'eliminazione al Festival di Sanremo di Al Bano ha suscitato non poca sorpresa sia al diretto interessato che al pubbblico. Con il cantante di Cellino San Marco sono stati "fatti fuori" alla fine della quarta punata anche Ron, Gigi D'Alessio e Giusy Ferreri.

I quattro big sono stati eliminati dalla gara tra i fischi del pubblico presente all'Ariston. Anche in rete gli utenti non hanno particolarmente apprezzato la decisione del televoto e subito hanno condiviso messaggi di supporto per i loro beniamini. Contattato telefonicamente dal Corriere della Sera, Al Bano ha spiegato cosa ne pensa.

"Mi hanno fatto fuori. D'altronde si chiama Festival della canzone italiana, evidentemente non è piaciuta la canzone. Ci sarà in futuro una canzone che piacerà a tutti. E non suonate le campane a morto. E' presto ancora. Non dimenticate mai una cosa, che Celentano lo mandarono via con una canzone eccezionale, lo stesso per Vasco Rossi e Zucchero. Poi sappiamo quello che è successo. So che quando vai ad un Festival puoi vincere o puoi perdere. Hanno fatto fuori la mia canzone, pazienza. Il cuore è forte, ne ha vinte di battaglie".

Dopo questa telefonata, però, spunta fuori un'altra reazione di Al Bano. Il Messaggero, infatti, riporta alcune parole del cantautore: "Mi piacerebbe sapere cosa è successo. Non so se la giuria degli esperti non abbia gradito. Io alcuni dei componenti non li conosco. Comunque, io sono pronto già per il prossimo anno. Il vecchio leone non si arrende. Anzi sono ancora più agguerrito".

Il quotidiano romano continua riportando un'altra parte dello sfogo di Al Bano: "Non avevo capito che ieri avrebbero fatto fuori altri quattro cantanti, tanto è vero che quando hanno dato i risultati stavo già dormendo. Mi hanno svegliato all'una e un quarto. E me lo hanno detto: pensavo fosse uno scherzo. Non conoscevo il meccanismo della gara, altrimenti avrei preso delle precauzioni. Mi sembra strano questo verdetto: può essere che solo tutti i brani dei giovani talent siano bellissimi? Punire uno come Maurizio Fabrizio (autore della sua canzone, ndr) che ha scritto le migliori pagine delle musica italiana, da Almeno tu nell'universo a I migliori anni della nostra vita... Quello che è succcesso ieri è un applauso mancato a chi fa da sempre un'ottima musica. Comunque ai posteri l'ardua sentenza. Il mio rapporto con il Festival non finisce certo qui".