Per scoprire Benevolo

Orazio Benevolo, figlio di un mastro pasticciere francese trasferito a Roma, salì la scala degli onori musicali all'apice della Controriforma: da putto cantore nella chiesa di San Luigi dei Francesi a direttore della Cappella Giulia in San Pietro (carica che tenne per un quarto di secolo, 1646-'72). La sontuosa Messa a 16 voci (suddivisa in otto cori) Si Deus pro nobis è, come dice Hervé Niquet, realizzatore di questa incisione rivelatrice, «una dimostrazione magniloquente di decibel per attirare i fedeli e riempire i banchi della chiesa». Otto falangi corali, partendo dalla nudità del gregoriano, edificano una cattedrale sonora fra impressionanti declamazioni e giubilanti esclamazioni di maestosa sensualità fonica.