Servizi inventati: ecco i tre "collaboratori" di Fabio e Mingo

Ficarra e Picone mostrano i volti di tre soggetti che avrebbero collaborato con i due inviati alle presunte messe in scena: "Aiutateci a stanarli"

Nuove immagini incastrano Fabio e Mingo. Ieri sera Striscia la Notizia ha mandato in onda fermi-immagine di tre soggetti che avrebbero collaborato con i due inviati alle presunte messe in scena. Dalla trasmissione di Antonio Ricci è stato, quindi, chiesto ai telespettatori di segnalarne l’identità qualora riconosciuti.

Il braccio di ferro tra il duo Fabio e Mingo e Striscia la Notizia si fa sempre più duro. Adesso spuntano anche i "collaboratori" degli inviati finiti sotto accusa per alcuni servizi inventati. Un'accusa che adesso è al vaglio anche della polizia giudiziaria. Ieri sera, durante la puntata di Striscia, sono statio trasmessi anche alcuni fotogrammi che immortalerebbero tre persone che potrebbero essere i "collaboratori" di Fabio e Mingo. Non è certo. Tanto che i presentatori Ficarra e Picone ha invitato i telespettatori a farsi avanti qualora dovessero conoscere i nomi degli interessati.

"È un comportamento aggressivo, sbilanciato rispetto alle capacità dei miei clienti - ha commentato l’avvocato Francesco Maria Colonna, difensore di Fabio e Mingo - si stanno utilizzando mezzi che certamente non sono alla portata dei cittadini, piegati ad attività di polizia giudiziaria". L’avvocato Colonna ha, quindi, definito il comportamento di Striscia la Notizia "scorretto dal punto di vista processuale" dal momento che "l’attività di indagine deve essere svolta dalla polizia giudiziaria oppure a seguito di indagini difensive, anche queste regolate dal codice di procedura penale".