Siera Bearchell, canadese a Miss Universo, è accusata di essere grassa

La 23enne risponde alle accuse di chi crede che abbia troppi chili in eccesso per partecipare a un concorso di bellezza

Sono ormai diversi anni che nel mondo della moda e dello spettacolo si cerca di far passare il messaggio che la vera bellezza della donna non dipende dal suo peso. Del resto gli stereotipi sono cambiati nel corso del tempo e non è da escludere che presto vedremo in passerella e nei concorsi modelle e miss con forme più morbide.

L'ultima polemica riguarda Siera Bearchell, reginetta canadese che rappresenterà il suo Paese a Miss Universo il prossimo 30 gennaio. È l'Independent a raccontare la storia di Siera, 23 anni e studentessa di giurisprudenza, criticata dal pubblico per quelli che sono stati definiti "chili di troppo". Siera ha però prontamente risposto su Instagram, pubblicando una foto in costume da bagno.

"Ultimamente mi hanno chiesto 'Cosa ti è successo? Sei ingrassata? Stai perdendo punti', chiaramente riferendosi al mio corpo. Sebbene io sia la prima a dire che non sono snella come potevo esserlo a 16 o 20 anni o anche fino all'anno scorso, sono molto più sicura di me, in gamba, saggia, umile e passionale come mai prima. Quando ho imparato ad amare quella che ero piuttosto che cercare sempre di assomigliare a quella che pensavo la società volesse, ho scoperto un lato completamente nuovo della vita. Questo è il lato che sto cercando di portare a Miss Universo. Un lato della vita che è così difficile vedere: di autostima e amore per sé. Ci concentriamo sempre sulle cose che vorremmo cambiare, piuttosto che apprezzare tutto quello che abbiamo".

I was recently asked, "What happened to you? Why have you gained weight? You are losing points" This was a reference to my body of course. While I am first to say I am not as lean as I was when I was 16, 20, or even last year, but I am more confident, capable, wise, humble and passionate than ever before. As soon as I started to love who I was rather than always trying to fit what I thought society wanted me to be, I gained a whole new side of life. This is the side I am trying to bring to the @missuniverse competition. The side of life that is so rare to find: self-worth and self-love. We always focus on the things we wish we could change rather than loving everything we are. #missuniverse #bodydiversity #IMG

Una foto pubblicata da Siera Bearchell (@sierabearchell) in data:

Siera ammette però di aver provato a perdere peso per somigliare di più alle altre miss in concorso ma, sempre su Instagram, ha scritto: "A essere sincera, per concorsi a cui ho partecipato in passato ho ristretto di molto la mia dieta ed ero infelice, non mi sentivo mai abbastanza. Non importava quanto poco mangiassi o quanto peso perdessi, mi confrontavo sempre con le altre e sentivo che avrei potuto dimagrire ancora di più. La percezione di me che avevo nella testa non corrispondeva al corpo che vedevo allo specchio. C'erano giorni in cui mangiavo solo una barretta energetica, mi allenavo per ore e facevo fatica a prendere sonno per quanto avevo fame.

E concludeva: "Il mio corpo non è snello per natura, e va bene così. Voglio ridefinire il concetto di bellezza. Voglio che le donne di tutto il mondo riconoscano che la vera bellezza, la conferma e l'autostima provengono da dentro. Voglio che a prescindere dalla nostra età, genere, razza, provenienza e visioni personali, ci incoraggiamo l'un l'altra a sentirci sicure nella nostra stessa pelle".

Commenti

ziobeppe1951

Sab, 28/01/2017 - 12:55

Come diceva Boldi nel film yuppies2 ...vedo vedo un bel fi.gone paciarotto

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 28/01/2017 - 14:27

Sono li stessi concetti di quelle che si mettono il burqua perchè sono belle dentro. E sbattersene del parere altrui invece di voler sovvertire i canoni della bellezza femminile dell'anno domini 2017?

Aleramo

Sab, 28/01/2017 - 16:46

Nel gioco erotico dell'attrazione, gioco che è all'opera in tutte le specie animali di questo mondo, un individuo deve piacere agli altri individui della sua specie, non a se stesso. Se poi non le interessa essere attraente, allora sì che ha un problema.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 28/01/2017 - 18:26

Giuro che ne ho sc_p_te di meno belle.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 29/01/2017 - 09:56

Sig. Aleramo, lei scrive : "Se poi non le interessa essere attraente, allora sì che ha un problema." Ma è proprio su questo concetto che si basano industrie e individui miliardari" Si è se stessi quando si supera il problema del giudizio altrui. Un filosofo greco di cui non ricordo il nome obbligava i suoi allievi a trascinare in pubblico un pesce legato ad una corda e a rovesciare all'improvviso un piatto di minestra, in pubblico, senza apparente motivo. Serviva proprio per superare l'insicurezza adolescenziale del bisogno d'approvazione.