Signorini a "Matrix": "Frizzi aveva tumori inoperabili"

Le ultime settimane prima della morte per Fabrizio Frizzi sono state difficili. Il suo stato di salute è peggiorato giorno dopo giorno

Le ultime settimane prima della morte per Fabrizio Frizzi sono state difficili. Il suo stato di salute è peggiorato giorno dopo giorno. In studio a l'Eredità, come hanno raccontato i figuranti Alessandro Delle Fratte e Laura Astri, il conduttore "era stanco, pallido, negli ultimi tempi registrava più di una trasmissione insieme così poteva rimanere più tempo a casa. La mogli, uno scricciolo, era sempre con lui. Lo sosteneva non solo psicologicamente, ma gli prendeva il braccio. E lui si appoggiava. Sempre insieme al bar, dietro le quinte".

E proprio sugli ultimi giorni di Frizzi è arrivato il racconto di Antonio Signorini che a Matrix, il talk show di Canale Cinque condotto da Nicola Porro, ha parlato di questa battaglia combattuta dal conduttore: "Lui sapeva che non aveva scampo. E questo è molto importante da sottolineare, perché quando ha avuto quella ischemia che l’ha portato al ricovero immediato all’ospedale, ad Ottobre, dagli esami di questa ischemia è risultato che aveva dei tumori diffusissimi che erano inoperabili. E questa cosa è stata messa al corrente non soltanto della famiglia ma anche di lui. E Fabrizio a quel punto era a un bivio: o rimanere a casa e aspettare il momento oppure andare in televisione a fare il suo lavoro e a portare ancora una volta il sorriso a casa della gente. È questo il vero miracolo che ha fatto Fabrizio Frizzi". Un miracolo che ha lasciato un ricordo ancora più forte tra amici, parenti e telespettatori.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 29/03/2018 - 13:28

E' stato bravo a tener duro (morto per altre cause). Questo non scalfisce, anzi aumenta la mia personale stima per quell'uomo per bene che è stato Frizzi.

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Gio, 29/03/2018 - 14:52

Molti di noi dovrebbero prendere esempio dal suo immenso coraggio. Non condivido la sua scelta, ma gli rendo onore per il suo comportamento ammirevole.

Fjr

Gio, 29/03/2018 - 15:34

Si però adesso lasciamolo riposare in pace,

ESILIATO

Gio, 29/03/2018 - 15:41

Una persona ha lasciato questo mondo e crea un senso di dispiacere a molte persone. Cio che e' allarmante sta nel fatto che per tre giorni questo fatto diviene la notizia nazionale. Questo e' molto triste perché ci dice quanto superficiale siano i valori degli italiani medi e ci spiega la popolarità degli spettacoli di Roma nel colosseo....dacci un po di confusione ed un accertamento di folla e saremmo felici.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 29/03/2018 - 16:35

Ho seguito tutte le puntate dell'Eredità fino all'ultima (trasmessa) e mi è dispiaciuto moltissimo per Frizzi, che ritengo fosse un'ottima persona oltre a un grande conduttore televisivo. Vorrei però chiedere a Signorini e a tutti quelli che gridano al "miracolo": voi cosa avreste fatto, nei suoi panni? Vi sareste rinchiusi in una stanza buia a piangere e disperarvi, o avreste continuato fino alla fine a fare ciò che vi piaceva e vi permetteva di distrarvi e non pensare? Conosco già la risposta.

Leonardo Marche

Gio, 29/03/2018 - 16:48

...quando hanno fatto approfondimenti per l'ischemia si sono ritorvati tumori diffusi. Mi spiace per questa tragedia. Ho vissuto in famiglia qualcosa di analogo, ma mi chiedo: perchè questi screaning non vengono fatti più spesso? Se andassi dal mio dottore e chiedessi di rivoltarmi come un calzino per verificare che non ci siano cose strane, mi riderebbe in faccia col risicato budget che ha per curare 1500 pazienti....

Fjr

Gio, 29/03/2018 - 16:57

Wilegio,se fossi stato nei panni di Frizzi forse per una volta avrei fatto del sano egoismo e sarei stato con mia figlia e mia moglie per tutto il tempo che restava,e comunque gli italiani avrebbero capito io da padre come tutti i padri l’avrei capito e anzi se avessi potuto scrivergli glielo avrei caldamente consigliato ,purtroppo le cose sono andate diversamente

Martinico

Gio, 29/03/2018 - 18:46

Non ci sono parole per ringraziarti caro Frizzi. R.I.P.

pasquinomaicontento

Gio, 29/03/2018 - 20:02

Certo però, a sapè che devi da morì...e chi se spostava più da mi' fija e da mi'moje...nun avrei buttato quer poco tempo che m'era rimasto,che era oro colato, a lavorà...ore rubate alla piccolina e alla moglie,che purtroppo non possono essere più recuperate.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Gio, 29/03/2018 - 20:19

Caro Frizzi tu sarai sempre il mio fratellone pazzo. Grazie di tutto. Continua a ridere e a far ridere ovi ora ti trovi. Tua glie e Stella saranno sempre orgogliose di te.

Ritratto di Maurizius

Maurizius

Gio, 29/03/2018 - 20:48

Mi è tanto dispiaciuto per la sua scomparsa. Era così gentile, per niente aggressivo come conduttore. Ha lasciato un bel ricordo.

Holmert

Ven, 30/03/2018 - 10:20

Un mio amico,all'improvviso è stramazzato a terra. Portato al P.S. era il tutto ,tornato normale. Pertanto rimandato a casa dopo qualche accertamento. Dopo pochi giorni,nuovo episodio. Questa volta TAC e RMN con successiva stereotassi. Diagnosi: linfoma cerebrale. Ora fa la terapia, ma è più di là che di qua. I tumori sono tali e tanti che nessuno riuscirà a sconfiggerli, a meno che non si individui il "gene" che difetta nel proteggerci da essi. Per alcuni di essi ,ora è importante la diagnosi precoce.Il resto è fuffa,fatti salvi alcuni tumori del sangue.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 31/03/2018 - 00:38

@Fjr Mi creda, ne ho visti parecchi, purtroppo, colpiti da mali incurabili e consapevoli di aver davanti a sè un periodo di tempo molto limitato. Diventano frenetici e pensano a tutto fuorché a star chiusi in casa! Vogliono fare tutto quello che ancora riescono a fare e che ha il sapore della vita. Credo proprio che farò lo stesso quando capiterà a me.