Silvia Toffanin: "Non pubblicherò mai una foto dei miei figli sui social network”

Persona riservata, ha detto addio alle piattaforme social

Silvia Toffanin non pubblicherà mai foto dei suoi figli sui social e lancia frecciatine alle colleghe che lo fanno. È di gran moda postare su Instagram e Facebook immagini della propria vita privata, in particolar modo di figli, protagonisti, a loro insaputa, del web. Sono diversi i personaggi famosi che amano condividere i loro momenti intimi con il pubblico.

Da Alessia Marcuzzi che non manca di festeggiare il compleanno della sua bambina Mia, ad Antonella Clerici, Michelle Hunziker e molte altre. Una tra tante si dimostra diversa, amante della propria privacy e soprattutto di quella dei suoi piccoli gioielli: è Silvia Toffanin.

In un’intervista a Sorrisi e Canzoni Tv ha spiegato di non voler pubblicare foto di Lorenzo e Sofia, i suoi angeli, avuti dalla relazione con Pier Silvio Berlusconi. La presentatrice ha ammesso “Non ho nessun profilo personale sui social perché sono molto riservata. E poi, in confidenza, credo che a nessuno interessi sapere cosa mangio a pranzo, dove sono stata a cena o che esercizio faccio in palestra.”

E, ha continuato, diventando estremamente seria nel parlare “sono molto protettiva nei confronti della mia vita privata: da mamma le dico che non pubblicherò mai una foto dei miei figli sui social”. Della stessa idea la sua amica e collega Ilary Blasi, che ha sempre e solo reso pubbliche foto riguardanti la sua vite lavorativa, mai quella privata.

Silvia Toffanin ricomincerà tra poco Verissimo, trasmissione che ormai le appartiene completamente e che, dopo 12 anni di conduzione, considera come un vestito disegnato apposta per lei. In quello studio, tra quei colleghi si sente a casa. E il rapporto di fiducia che è riuscita a instaurare non lo cambierebbe con nulla.

Complimenti quindi a una mamma che gelosamente difende i suoi figli e li fa crescere nell’amore protetto della famiglia. Se proprio vogliamo condividere con altri la nostra vita privata, limitiamoci a rubare qualche scatto ai nostri amici a quattro zampe.