Silvio Muccino: "Mia famiglia fondata da ricatti e segreti"

"E' molto difficile per me parlare della mia famiglia. L'ho amata profondamente ma era costruita su dinamiche che mi facevano del male. Esistono due facce della nostra famiglia. Una è quella pubblica che è idilliaca e felice dove ci sono io che sono la pecora nera"

"E' molto difficile per me parlare della mia famiglia. L'ho amata profondamente ma era costruita su dinamiche che mi facevano del male. Esistono due facce della nostra famiglia. Una è quella pubblica che è idilliaca e felice dove ci sono io che sono la pecora nera. Che sono un pazzo squinternato, depresso, pazzo e plagiato. Poi c'è la realtà di una famiglia incardinata su dei meccanismi ricattatori e che è fondata sul nascondimento dei segreti".

Così Silvio Muccino racconta a 'L'Arena' l'allontanamento dalla sua famiglia e dal fratello regista Gabriele. "La famiglia nella squale sono nato era disgregata. Il matrimonio dei miei genitori era alla deriva e il mio ruolo era fare da collante. Io sono arrivato per unire la famiglia. E mi si diceva sempre che dovevo essere grato perche mio padre riamsto con mia madre", aggiunge Silvio Muccino.

Commenti
Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Dom, 03/04/2016 - 17:06

Purtroppo caro Silvio, non fartene un cruccio, sono tutte così le famiglie. 'Abbandonala', prendi ciò che di buono ti può dare, il resto respingilo al mittente. Vivi nello Spirito di Gesù. -r.r.- 17,06 - 3.4.2016

Ritratto di marapontello

marapontello

Dom, 03/04/2016 - 17:23

Che strazio. Succede a tutti. Sono sempre più convinta che ci sia più gioia nella famiglia Addams.

Beaufou

Lun, 04/04/2016 - 08:49

Veramente, della famiglia Muccino non è che a tutti interessi poi molto, e poi , come diceva Tolstoj, "Tutte le famiglie felici si assomigliano fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo." Se dovessimo star dietro a tutte, c'è da perderci il senno...Ahahah.