Simona Ventura torna al calcio: La Domenica Sportiva in vista

Secondo quanto rivela TvBlog, la conduttrice - direzione di Rai Sport permettendo - sarebbe protagonista di un clamoroso colpo di scena nella Rai2 di Freccero

La rivoluzione di Carlo Freccero alla guida di Rai2 non risparmia Simona Ventura. Come rivelato da TvBlog, il direttore starebbe preparando un colpo clamoroso per la prossima stagione: affidare alla presentatrice piemontese la conduzione de La Domenica Sportiva, la storica trasmissione della domenica sera che dal 1953 è dedicata all’approfondimento della settimana sportiva italiana e internazionale.

Condotta nelle ultime stagioni da Giorgia Cardinaletti e Marco Lollobrigida, la DS riporterebbe la Ventura al suo primo amore: il calcio. La conduttrice, tornata in Rai con The Voice of Italy dopo anni di reality a Mediaset, ha lavorato agli inizi come praticante giornalista sportiva a Telemontecarlo come inviata di Galagol, la storica trasmissione condotta da Massimo Caputi e Alba Parietti. Sempre per TMC è stata speaker dei notiziari sportivi e inviata agli Europei di calcio in Svezia e alle Olimpiadi di Barcellona.

Simona Ventura nel pallone: torna alla DS?

Quello alla Domenica Sportiva sarebbe per la Ventura un ritorno: già tra il 1992 e il 1994 ha avuto uno spazio all’interno del programma affiancando mostri sacri come Sandro Ciotti e Bruno Pizzul. La sua è stata una delle prime presenze femminili di spicco nel contenitore, fino ad allora abbastanza avaro di conduttrici.

Da allora la presentatrice ha masticato calcio spesso e volentieri, dal seminale Mai Dire Gol al Quelli che il calcio del post-Fabio Fazio, passando per Cielo che gol! (condotto con Alessandro Bonan grazie all’acquisizione da parte di Sky di un pacchetto di diritti televisivi in chiaro della Serie A) e Leyton Orient, il talent show di Agon Channel con l’obiettivo di trovare nuovi calciatori per la squadra inglese.

Ad oggi, non è detto che l’operazione Ventura-La DS vada a buon fine. Secondo TvBlog, sarà decisivo il Cda del prossimo venerdì. La sensazione è che ci sarà sicuramente una forte discussione con la direzione di Rai Sport, sempre molto restia ad affidare a conduttori esterni i propri prodotti. Per altro la Cardinaletti, attualmente impegnata come inviata per i Mondiali di calcio femminile in Francia, è risultata, secondo un’inchiesta del Fatto Quotidiano, una delle conduttrici Rai meno pagate, con un compenso annuo stimato tra i 60 e i 70mila euro all’anno.