Sir Oliver Skardy da godere

Sir Oliver Skardy lo riconosci subito perché nessuno al mondo riesce a sposare come lui il reagge all'accento veneziano. Stavolta si fa riascoltare con un disco che è un gioiello dei ritmi in levare, quelli che arrivano fino alla dancehall e alla raggamuffin. E per di più è pieno zeppo di ospitoni come Elio, Paolo Belli, Natalino Balasso e Luca dei Tre Allegri Ragazzi Morti. I testi sono quelli che immaginate: anti casta, anti banche, anti tutto. Ma con un gusto ironico che merita l'ascolto. Sul serio.