Sorpresa Sorrentino: girerà un film sull'ex premier

Dopo Andreotti e il Papa, il regista Paolo Sorrentino racconterà un altro uomo di potere. il titolo: "Loro"

Nostro inviato a Venezia

La notizia ha incuriosito tutti qui al Lido, dove in questi giorni è concentrato l’intero cinema che conta per via della Mostra di Venezia, dove Paolo Sorrentino è passato tre giorni fa – abbastanza trionfalmente, a dirla tutta - portando in anteprima due puntate della sua serie tv The Young Pope che andrà in onda da ottobre su Sky.

E la notizia – data in esclusiva ieri pomeriggio da Nick Vivarelli, su Variety - è che Sorrentino, regista premio Oscar per La grande bellezza, ha (o avrebbe) deciso il suo prossimo film, di cui scriverà lui stesso la sceneggiatura e che inizierà a girare nell’estate del 2017. Ed è l’argomento che ha fatto parlare tutti qui a Venezia (e non solo). La pellicola sarà infatti incentrata su Silvio Berlusconi e il noto «cerchio magico» (ma non si limiterà a criticarlo, almeno sembra), e si intitola - almeno sulla carta - Loro, con un gioco di parole con «l’oro», quindi la ricchezza, quindi il potere... Del resto, Sorrentino sembra irresistibilmente attratto dal potere. Ha dedicato in passato un celebre film, Il Divo, a Giulio Andreotti, che è stato per mezzo secolo «il» Potere in Italia. E sta uscendo appunto con The Young Pope, che è una riflessione - grottesca, ironica, drammatica - sul potere più «potente» di tutti: il Papato. Tutto, quindi, sembrerebbe tornare.

Quello che non torna però, per ora, è chi c’è dietro l’operazione. Secondo la fonte di Variety il produttore del film sarebbe Indigo Films. Medusa, di proprietà della famiglia Berlusconi, ieri sera è stata la prima a essere colta di sorpresa: la casa di produzione ha saputo la cosa dalla stampa, ed è quindi difficile che si possa occupare della distribuzione (come invece aveva fatto per La grande bellezza e Youth, le ultime due pellicole di Sorrentino). Ma, fa notare qualcuno, il regista premio Oscar ultimamente è sempre meno vicino a Indigo Films e sempre più invece alla casa di produzione Wildside che ha co-prodotto, con Sky e altri, la serie The Young Pope. Contattata dal Giornale, la Indigo Films non risponde. E l’impressione è che sia stata presa alla sprovvista. Forse l’indiscrezione di Variety ha «bruciato» la loro strategia di comunicazione. Anche Sky, fino a ieri sera, taceva... (e neppure Sorrentino ha risposo al telefono. Può capitare…).

Gli unici che parlano, o perlomeno, chiacchierano, qui a Venezia, sono i giornalisti. I quali, tutti, prima si sono ricordati che questa storia di un film su Berlusconi di Sorrentino era già girata anni fa. E poi hanno pensato alla curiosa coincidenza di due film di Sorrentino sulla scia dell’immaginazione filmica di Nanni Moretti. The Young Pope dopo Habemus Papam. E Loro, o comunque si chiamerà, dopo Il caimano. Dove, peraltro, Sorrentino faceva un cameo. Potere del cinema.

Commenti

Fjr

Mar, 06/09/2016 - 09:54

A quando un bel film sul gruppo Bilderberg?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 06/09/2016 - 11:07

Però, lo insultano da 22 anni, ma ha fatto guadagnare un sacco di milioni a tutti, giornali, cinema e tv. Tutto questo guadagno extra, si potrebbe farlo passare come indotto. Allora è stato il Cavaliere a far aumentare il famoso PIL!

PAOLINA2

Mar, 06/09/2016 - 11:10

Ma cosa sara? Un film a luci rosse?

Charly51

Mar, 06/09/2016 - 13:11

Gira e rigira bisogna attaccarsi ancora a lui:il cavaliere ...Crisi di idee per il noto regista?? Ma niente sui poteri forti, quelli che non hanno mai amato Berlusconi....