Souvenir dallo stadio San Paolo di Napoli, alcuni tifosi tentano di portar via i sediolini

Un tentato furto alquanto anomalo quello perpetrato da alcuni tifosi intenti a portar via i vecchi e usurati sediolini dello stadio

Può capitare che con il tempo gli oggetti perdano la loro funzione tipica e allora muta anche il loro valore. Così qualcosa che prima poteva essere uno strumento accomodante, una sedia contraddistinta da numero e fila, diventi poi una reliquia, qualcosa che assume in sé più di un significato: un ricordo.

Deve essere questa la ragione logica per cui alcuni tifosi del Napoli, al termine dell’ultima partita in casa hanno iniziano a smontare, svitando accuratamente con una brugola i sediolini vecchi e usurati dello stadio San Palo.

Sediolini che da decenni, cingono come una corona rossa la parte alta del terreno di gioco. Immobili e sempre presenti, come tifosi non occasionali hanno impresso sulla plastica tutti i segni del tempo. Tanto vecchi e malconci che già in queste settimane è in corso un primo intervento di rimozione e riqualificazione della struttura, in vista delle Universiadi. Il resto dell'amodernamento sarà completato nella pausa estiva.

Sollecitata tempestivamente la forza pubblica, sono intervenuti gli agenti del vicino commissariato San Paolo che hanno fermato e denunciato i facinorosi per i reati di danneggiamento e furto aggravato.