Spandau al tramonto

Questo è il loro quinto album a due anni e mezzo dal buon Parade

Più che meteore gli Spandau Ballet (anche senza Tony Hadley), sono l'icona dei sintetici Ottanta. Almeno in Italia. Tra gli album meno memorabili c'è Through The Barricades (1986) in ristampa deluxe doppia. Questo è il loro quinto album a due anni e mezzo dal buon Parade. Il suono è più rock per via della produzione di Gary Langan, già impegnato con gli Art of Noise. Album che fu un mezzo flop e accelerò la loro uscita dalle scene che contano. Il singolo Fight For Ourselves non entrò nella top ten britannica. Male anche How Many Lies. Molto meglio fece la title rack, che diventerà (con gli anni) il loro classico più celebrato. L'album, rimasterizzato da Langan, include sette bonus tracks.