Strage di Orlando: la reazione dei vip

Alcune delle reazioni dei vip, dagli Usa e non solo, alla strage di Orlando nel club Pulse: preghiere, bandiere arcobaleno e molto altro

Quando accadono fatti come la strage di Orlando, i vip trasmettono i propri pensieri ai social network. Il massacro del club Pulse passerà probabilmente alla storia anche per le molteplici chiavi di lettura della tragedia. Alcune di esse si possono leggere sui profili dei vip.

C'è chi ha pubblicato preghiere, chi non si capacita di quanto sia accaduto, chi condivide link di una raccolta fondi o, ancora, chiede leggi più severe per il controllo delle armi. "Non potete usare il nome di Dio o la religione - ha scritto Madonna in un'immagine poi pubblicata su Twitter - per giustificare atti di violenza, per fare del male, per odiare, per discriminare".

L'attore James Franco ha pubblicato invece su Facebook un'immagine che ritrae degli uomini intenti a innalzare una bandiera arcobaleno, a rimarcare il carattere omofobo della strage. Esattamente come per l'attore italiano Luca Argentero, che ha condiviso un pugno con i colori arcobaleno.

Più universale Lady Gaga. "È un'ora traumatizzante ed emotiva per molta gente - scrive in un tweet - Sogno che il mondo rifletta su quello che possiamo fare per cambiare questa violenza". La scrittrice J.K. Rowling ha pubblicato invece la foto di una delle vittime, un ragazzo di soli 22 anni, che lavorava nel magico mondo del franchise di Harry Potter.

L'attrice transessuale Laverne Cox ha invece condiviso le parole del presidente Usa Barack Obama. "Il luogo in cui sono state attaccate queste persone era ben più di un nightclub - si legge in un'immagine sul profilo di Cox - Era un luogo di solidarietà e responsabilizzazione in cui la gente si incontra per prendere coscienza per esprimere i propri pensieri, per chiedere i propri diritti civili".

Commenti

cicocichetti

Lun, 13/06/2016 - 15:23

tutto quello che sappiamo fare è meravigliarci e piangere le vittime chiedendoci: come è stato possibile ? Answer: 1) ISLAM 2) MERCATO DELLE ARMI

brunog

Lun, 13/06/2016 - 17:50

Gli USA farebbero meglio a fare un esame di coscienza su come si sono comportati con gli arabi negli ultimi cento anni, hanno usato il loro petrolio tenendo al potere regimi totalitari come la casa reale saudita. Un'altra questione spinosa che gli USA preferiscono ignorare, il Corano vieta di fare pagare l'interesse sui soldi dati in prestito. Gli USA sono i principali azionisti in tutte quelle organizzazioni dove si sfruttano i popoli come il fondo monetario e world bank. La guerra contro gli USA e' motivata dall'ingiustizia.