SPERANZE ANCHE PER LA NOSTRA ROHRWACHERPartito il Toto-palma, Leigh e Ceylan tra i favoriti

A pochi giorni dalla fine della 67ma edizione del festival di Cannes, parte il toto-palmares della Kermesse. E se per «Deux jours, une nuit» dei fratelli Dardenne con una notevole Marillon Cotillard, un premio sembra quasi assicurato, a contendersi la Palma d'Oro dovrebbero «Mr Turner» di Mike Leigh, sul quale puntano gli inglesi, e «Winter Sleep» del turco Nuri Bilge Ceylan, dato per favorito dai francesi. Hanno impressionato pubblico e stampa anche «Foxcatcher» di Bennett Miller, tratto da una storia vera, con Steve Carell nei panni di un miliardario psicopatico, e «The Homesman» di e con Tommy Lee Jones, ballata di un vagabondo e il suo viaggio con tre folli verso la redenzione, con una splendida Hillary Swank. C'è speranza anche per l'italico «Le meraviglie» di Alice Rohrwacher. Il film ha diviso i francesi e ben disposto i britannici. Ma, come si sa, non sempre è un cattivo segno.