Le spese folli di Johnny Depp

Dopo aver accusato l'ex moglie di diffamazione, la parola passa alla difesa che sostiene che Johnny Depp sia in rovina economica non per colpa delle accuse di violenza domestica avanzate da Amber Heard, ma per le sue continue spese folli

In causa contro l’ex moglie Amber Heard, accusata di essersi inventata tutte le accuse di violenza domestica che gli sono costate la carriera, Johnny Depp chiede un risarcimento danni di 50 milioni di dollari. Ma la difesa, oltre al rimandare al mittente le accuse, ricorda in un dossier di 31 pagine le spese dell’attore definite “folli”.

Per questo motivo, secondo HollywoodLife, oggi Depp navigherebbe in cattive acque e non come sostiene l'attore a causa della sua ex moglie che si sarebbe fatta pubblicità inventando false accuse per lanciare la sua carriera. L’attore risponde per le rime, dicendo, ironicamente, che “è offensivo dirmi che ho speso 30 mila dollari al mese in vino, perché ne ho spesi molti di più. Ma ora sono pulito perché non vivo più con quella strega”.

Inoltre, Depp avrebbe speso 5 milioni di dollari per sparare da un cannone posto a 47 metri di altezza le ceneri di Hunter S. Thompson, l’amico giornalista che ha interpretato in “Paura e Delirio a Las Vegas”di Terry Gilliam. L’attore ha confermato, ma secondo lui ne è valsa la pena e, comunque, “erano soldi miei, non della signora Heard. Impari a guadagnarseli prima di accusare me di gettare i miei al vento”.

Indipendentemente dalle cifre esatte, la situazione finanziaria di Depp rimane precaria. Gli ingaggi importanti a Hollywood scarseggiano e lui si deve accontentare di piccoli ruoli, dopo essere stato messo alla gogna per via delle accuse di violenza domestica dell’ex moglie.


Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?