Spider-Man per salvare il box office

Chissà se lo spararagnatele risanerà il profon­do rosso del botteghino italiano. Le premesse ci sono tutte per questo scoppiettante riavvio della saga, nato sulle ceneri della trilogia di Rai­mi, che svela alcuni particolari poco noti del­l’infanzia di Peter Parker.

Si punta sulla fragili­tà adolescenziale del protagonista, ben imper­sonificato da un Andrew Garfield che vince il confronto a distanza con Tobey Maguire. Sem­mai a deludere è il vilain, The Lizard, mentre il 3D esalta i voli di Spider-Man tra i grattacieli.