lo spillo/1

Proprio così: «Da Terraferma (nella foto, ndr) di Crialese a Villaggio di cartone di Olmi, i registi denunciano una società incancrenita dall’abbruttimento e dall’indifferenza». Testuali parole di Le Monde ieri in prima pagina. Per il quotidiano parigino noi italiani saremmo quindi orrendi razzisti, specialisti dell’apartheid, disumani persecutori di extracomunitari. Ma fateci il piacere. Intanto: prima guardatevi in casa. E poi guardateci bene. Solo l’altro giorno il Veneto è stato giudicato (da una autorevole indagine) come pressoché perfetto nell’accoglienza agli immigrati. Il giudizio dei colleghi di Le Monde è fondato su teorie traballanti: hanno preso per verità assolute le balle spacciate da film italiani parziali e opportunisti.