lo spilloSe in Rai spunta una testa di destra, scattano subito le ghigliottine...

In ogni rivoluzione cade qualche testa... E anche alla «Vita in diretta», il pomeridiano di Raiuno, dove sta per cambiare tutto - filosofia, conduttori, autori e dirigenti - c'è chi vuole tagliare la testa a qualcuno. Il vicedirettore Daniel Toaff, che da anni si occupava del programma, è andato in pensione anticipata, come altri 429 dirigenti. Una cosa normalissima. Il suo posto è stato preso da Maria Pia Ammirati, come vicedirettore, e da Angelo Mellone (nella foto) come capostruttura. Qualcuno (dentro la Rai?) non ha gradito e su alcuni siti sono improvvisamente circolate foto di Mellone, noto intellettuale di destra, con il console fascista Mario Vattani (senza dire che si era a CortinaIncontra...) e a CasaPound (per un dibattito con un ex brigatista e giornalisti di sinistra...), il tutto commentato dalla domanda: perché in Rai si è scelto un giornalista di «destra» al posto di Toaff, «un ebreo»? Insomma, appena spunta una testa (pensante) di «destra», scattano subito le ghigliottine...