TENORE Piotr Beczala, un Alfredo mai così così intrigante

Piotr Beczala, tenore, 47 anni, una giovinezza spesa nella Polonia sovietica, è il protagonista maschile della Traviata. Dà voce e corpo ad Alfredo Germont, il ragazzotto di provincia, un po' naif, sedotto al primo sguardo da Violetta, donna di mondo. Ma non si butta a capofitto nel mare dell'amore, inizialmente è circospetto, si barrica dietro a una serie di difese che camuffa con l'ironia. «Non ho mai fatto un Alfredo così, è un lusso prendere parte a una produzione come questa», ha spiegato, intrigato dal regista Tcherniakov. Alfredo è sedotto dal fascino da star di Violetta, sorta di Marilyn Monroe nostrana (dice il regista) che nel secondo atto, però, farà la casalinga premurosa. Quando viene mollato, crolla il mondo, si sente tradito. Così, dopo aver aperto la sua anima come mai aveva fatto prima, diventerà una belva. Salvo sciogliersi nuovamente di fronte a una Violetta morente. Tardi, però.