Teocoli in radio: "Sarò imprevedibile"

L'artista su R101 con Nino Formicola e la brava Silvia Notargiacomo

«Ma ti ricordi quando hai detto al Cavaliere: lei pensi a comprare mattoni che di spettacolo non capisce niente?». Ecco sarà questa l'atmosfera del nuovo programma del network R101 che dal primo ottobre, dal lunedì al venerdì dalle 18.30 alle 20, unirà Teo Teocoli (quello che disse a Berlusconi...), Nino Formicola (fresco vincitore dell'Isola dei Famosi) e Silvia Notargiacomo, una delle voci più convincenti della radio italiana. Musica e cazzeggio, ma di classe. Fatto da protagonisti che si conoscono dai tempi del Derby di Milano («Nino veniva a tutti gli spettacoli, aveva un registratore e registrava specialmente gli show miei e di Massimo Boldi») e che sono complementari. Un fuoriclasse l'uno (Teocoli). Divertente ma capace di fare ordine e dare il tempo, l'altro (Formicola). «Saremo imprevedibili», dicono.

E se il programma non ha ancora un titolo, ha già un obiettivo. Per Paolo Salvaderi, ad di RadioMediaset (polo radiofonico che, oltre R101, raccoglie Radio 105, Virgin Radio e Radio Subasio) è di «raggiungere 3 milioni di ascoltatori entro i prossimi due anni. Secondo l'ultima ricerca Ter del 2017 siamo a due milioni». Per aumentare gli ascolti c'è bisogno, secondo lui, di un «attention getter», ossia di un personaggio che sappia catalizzare gli ascoltatori. Ossia Teo Teocoli, che Nino Formicola definisce in sintesi come «il più bravo di tutti, uno che sa ballare, cantare, imitare e far ridere e noi utilizzeremo i suoi personaggi in chiave nuova. Ad esempio, se uno prende Caccamo e gli fa parlare del Napoli, fa ridere. Ma se gli chiede che cosa pensa di Salvini, può essere esplosivo». «Però non parleremo di politica, io non so neanche chi ci sia al governo e forse neanche voi», scherza Teocoli. Tra questi due mattatori, uno protagonista, l'altro deuteragonista, ci sarà «la ragazza» (come la chiama Teocoli) ossia la grintosa ma suadente Silvia Notargiacomo: «Per me la radio è lo strumento d'eccellenza per comunicare». Sarà l'ago della bilancia tra uno dei veri simboli dello spettacolo italiano (Teo Teocoli è un marchio di fabbrica) e un artista riconsegnato al grande pubblico da un reality show ma che ha i carati del grande uomo di teatro. «Chi sarà in auto a quell'ora invece di incazzarsi, con noi si divertirà».

Ed è il miglior biglietto da visita per qualsiasi programma radio.