Tom Cruise lascia Scientology per amore della figlia Suri

Dopo 25 anni, Tom Cruise lascia Scientology: l'attore si sarebbe reso conto di passare poco tempo con la figlia Suri e avrebbe abbandonato l'organizzazione religiosa

È stato il personaggio famoso che più di tutti ha fatto crescere la popolarità di Scientology, ora però Tom Cruise e l'organizzazione religiosa avrebbero divorziato. Pare che l'attore abbia preferito accantonare la fede nel movimento creato da L. Ron Hubbard per amore di sua figlia Suri, di 9 anni: Scientology gli portava via troppo tempo, quindi il divo di "Top Gun" si sarebbe allontanato per trascorrere più momenti insieme alla sua bambina. E quindi, 25 anni dopo l'adesione di Tom alla religione di Scientology, Suri sarebbe riuscita nell'impresa già tentata - e fallita - sia da Nicole Kidman che da Katie Holmes, le ultime due compagne dell'attore di Hollywood. Entrambe hanno dovuto soccombere a Scientology, preferendo fare un passo indietro nella loro relazione piuttosto che continuare ad avere a che fare con Cruise, sinceramente devoto all'organizzazione da tantissimo tempo.

Secondo i magazine americani, che sono ovviamente già scatenati su questo tema, «Tom è molto depresso visto che "la Chiesa" non gradisce che i suoi dirigenti abbiano legami familiari con "persone soppressive", e Suri è considerata tale - scrive OK! Magazine - I dirigenti di Scientology sarebbe preoccupati che il loro adepto più famoso abbia a che fare con una moglie e una figlia che non fanno parte del loro entourage». Secondo Hollywood Life, a far traboccare il vaso ci sarebbe stata una straziante videotelefonata tra papà e figlia: lei gli avrebbe raccontato dei suoi corsi di danza classica e di quanto si impegna nel ballo, lui si sarebbe commosso perché non avrebbe mai visto sua figlia ballare.

Commenti
Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 27/10/2015 - 00:36

Embeh? anche i preti cattolici hanno dovuto scegliere fra seguire il voto ecclesiastico o formarsi una famiglia, scelta del celibato, e chi non "sta con noi peste lo colga". Alla faccia della religione liberazione dell'anima, sì se è una scelta intima ma non perché "influenze" esterne te la vogliono condizionare "pro domo sua".

Ritratto di QuoVadis

QuoVadis

Gio, 11/02/2016 - 13:47

Alleluja! Ora comincerà a scoprire la vita e l'amore. Le vie del Signore sono veramente infinite!