Trovato il sequel di Arancia Meccanica. Dagli archivi spunta un libro inedito di Anthony Burgess

Spunta un libro inedito dagli archivi di Anthony Burgess, si tratta del sequel di Arancia Meccanica, il manoscritto è però incompiuto

Secondo quanto è stato riportato da Adnkronos, recentemente è stata scoperta l’esistenza di un nuovo libro scritto dal compianto Anthony Burgess. Si tratta del sequel Arancia Meccanica, ibro di che è diventato poi un film di successo grazie al genio e alla lungimiranza di Stanley Kubrick.

La notizia è stata divulgata dalla "Anthony Burgess Foundation" alla BBC. Il primo libro di Arancia Meccanica è stato pubblico nel 1962 e il sequel, scritto qualche anno dopo, è stato ritrovato fra le carte della casa di Burgess sul lago di Bracciano, vicino Roma. La casa è stata venduta alla morte del romanziere, avvenuta nel 1993, e tutto l’archivio è stato poi portato a Manchester, dove appunto c’è la sede della fondazione. Tutti i documenti sono stati poi catalogati e, in quel contesto, è stata scoperta l’esistenza del manoscritto.

Il sequel di Arancia Meccanica si intitola “A Clockwork Condition”. Si tratta di un testo di 200 pagine, purtroppo incompiuto, in cui l’autore divaga sulla condizione umana e sviluppa alcuni temi che sono stati discussi nel precedente romanzo. Più che altro si tratta di una risposta al film di Kubrick che, all’epoca, ha suscitato ben poche polemiche quando è arrivato nei cinema di tutto il mondo. Come è stato riportato dai membri della fondazione: "l’inedito è parte della riflessione filosofica e parte dell’autobiografia di Burgess."