Tunisia, Sandra Milo: "Ho pianto pensando alla crociera con i miei bambini"

Sandra Milo ha commentato con le fonti di stampa l'attentato al Museo del Bardo avvenuto questa mattina nella capitale della Tunisia, che ha causato otto morti fra i quali due italiani. L'attrice è nata proprio a Tunisi l'11 marzo del 1933

"Sono turbatissima, ho pianto davanti alla tv perché mi sono ricordata di quando andavo a Tunisi con i miei bambini". Così Sandra Milo ha commentato con le fonti di stampa l'attentato al Museo del Bardo avvenuto questa mattina nella capitale della Tunisia, che ha causato otto morti fra i quali due italiani. L'attrice è nata proprio a Tunisi l'11 marzo del 1933.

"Ho seguito e seguo in diretta l'evolversi della situazione - ha affermato l'attrice - ho partecipato alla paura e al terrore degli ostaggi, provo un grande dolore. Di fronte a tale barbarie viene voglia di chiudersi in casa e non uscire più, ma non bisogna cedere alla violenza. Ho apprezzato molto il coraggio degli antiterroristi tunisini".

Infine Sandra Milo ricorda come Tunisi è profondamente mutata negli anni: "Tutto è cambiato a Tunisi. Credevo fosse una città libera, più libera rispetto ad altre. La violenza invece è irrefrenabile, terribile, è arrivata ovunque. Sono anni che non torno a Tunisi, dovevo organizzare un viaggio, mi hanno invitata tante volte ma ormai anche i miei amici italiani sono scappati, è tremendo", conclude.