"Tuo, Simon": arriva la commedia romantica sull’amore LGBT

In America è stato un grande successo di critica e pubblico, ora il fenomeno "Tuo, Simon" arriva anche in Italia

C’è grande attesa per il debutto di Tuo, Simon, film a tema LGBT, che arriva nelle sale italiane dal 31 maggio. Diretto da Greg Berlanti, sceneggiatore e produttore statunitense molto conosciuto nella comunità dei “serial addicted”, Tuo, Simon è l’adattamento cinematografico di Non so chi sei, ma io sono qui, romanzo di formazione scritto da Becky Albertalli. Apprezzato dalla critica e dal pubblico americano, in molti sperano che il film possa avere successo anche qui in Italia dove, solitamente, pellicole a tema LGBT, non trovano spazio tra gli spettatori pagamenti. Ma qualcosa sta cambiando, si respira un’aria fresca e nuova anche nella filmografia di genere.

In quest’ultimo periodo infatti c’è una vera e propria scoperta per l’amore LGBT. Se nella letteratura si leggono pagine e pagine di romanzi che affrontano l’argomento senza peli sulla lingua, e il mondo della TV (soprattutto quello americano) ha spalancato definitivamente le porte alla diversità, è il cinema invece che da poco sta riscoprendo l’amore tra persone delle stesso sesso. In passato molti sono stati i lungometraggi che hanno trattato, a cuore aperto, storie di amori impossibili e di accettazione sotto il sole della modernità, ma pochi hanno trovato posto tra le grandi distribuzioni. E complice il grande successo che ha ottenuto Chiamami col tuo nome, si intuisce perché il tema sta destando molto interesse.

Sono i tempi ad essere cambiati, è la società (seppur in minima parte) ad essere cambiata e che guarda finalmente al là di convenzioni e stereotipi. Per questo motivo il tema LGBT al cinema viene riscoperto in tutte le sue sfumature più particolari e, l’esempio di Tuo, Simon, è palese.

Il film racconta la storia del giovane Simon, un ragazzo di 17 anni, che non trova il coraggio di rivelare la propria omosessualità ai genitori. Si rifugia in uno scambio di mail, alquanto appassionato, con il misterioso Blu. Ma quando le mail incriminate finiscono nelle mani del bullo della scuola, per non cedere al ricatto, Simon deve prendere una decisione. Con Nick Robinson e con Logan Miller, Jennifer Garner, Josh Duhamel e Katerine Langford (star di13 Reasons Why), il film non è una semplice commedia sui sentimenti, ma è anche un intenso e raffinato racconto di formazione. Colpisce perché ha la sagacità di toccare un argomento delicato, come il coming out, attraverso il linguaggio dei giovani d’oggi. E forse proprio per questo motivo ha la vittoria in tasca.

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Gio, 24/05/2018 - 19:44

Oh, finalmente, ci mancava proprio un film sugli amori gay, lesbo, trans e dintorni. Ormai è il tema dominante. Volete avere successo? Producete opere che trattino di gay, lesbiche, parità uomo-donna, femministe, migranti, razzismo, emarginazione, discriminazione razziale, schiavismo e varianti sul tema. Qualche premio lo beccate di sicuro. Non vi si può nemmeno dire di vergognarvi perché non sapete cosa sia la vergogna.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Ven, 25/05/2018 - 06:56

non se ne può più!!!!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 25/05/2018 - 11:12

che noia mortale!