Tutti i vincitori degli Oscar 2016. DiCaprio miglior attore e l'Italia trionfa con Ennio Morricone

Mad Max: Fury Road però è il film che vince il maggior numero di statuette, grazie ai premi tecnici

Si è conclusa l'88esima edizione degli Academy Awards al Dolby Theatre di Los Angeles, con 24 categorie premiate. Si inizia subito con la miglior sceneggiatura originale che va a "Il caso Spotlight"; il premio viene ritirato dai due autori Tom McCarthy e Josh Singer. Ad annunciare il vincitore Emily Blunt e Charlize Theron. Tom McCarthy ha dedicato il premio a "tutti i giornalisti che mantengono la loro responsabilità, ai sopravvissuti. Per far sì che non si verifichi mai più in futuro una cosa del genere", ha detto facendo riferimento alla vicenda narrata nel film di abusi da parte di esponenti della Chiesa.

L'Oscar per la miglior sceneggiatura non originale va a "La grande scommessa" e viene ritirato dai suoi due autori Adam McKay e Charles Randolph. "Se non volete che la finanza controlli il governo non andate a votare per i candidati che dipendono dalla finanza e dal petrolio", ha detto Adam McKay ritirando il premio.

È Alicia Vikander a vincere nella categoria miglior attrice non protagonista agli Oscar 2016 per la sua interpretazione in "The Danish Girl". Ad annunciare la vittoria è J.K. Simmons, trionfatore nella stessa categoria maschile l'anno scorso in "Whiplash". Emozionatissima, Alicia Vikander ha ringraziato tutti ritirando il premio, e in particolare il suo partner nel film Eddie Redmayne.

"Mad Max: Fury Road" fa incetta di premi tecnici e già a metà serata diventa il film di questa edizione che riceverà matematicamente più riconoscimenti: Jenny Beavan ha vinto il premio Oscar per i miglior costumi del film; Colin Gibson e Lisa Thompson hanno vinto il premio per la miglior scenografia; Lesley Vanderwalt, Elka Wardega e Damian Martin hanno vinto per il miglior trucco e acconciatura; Margaret Sixel, moglie del regista del film, George Miller, ha vinto per il miglior montaggio, mentre Mark Mangini e David White hanno vinto per il miglior montaggio sonoro e Chris Jenkins, Gregg Rudloff e Ben Osmo per il miglior sonoro.

Emmanuel Lubezki ha vinto il premio Oscar per la miglior fotografia di "The Revenant - Redivivo". È la terza statuetta consecutiva per il direttore della fotografia.

Sono i Minions a presentare il vincitore per il miglior corto animato. Il premio va a Gabriel Osorio e Pato Escala per "Bear Story". "Veniamo dal Cile. Questo è il primo Oscar che il nostro Paese vince, è importantissimo per tutti noi", hanno detto ritirando la statuetta. I protagonisti di "Toy Story" Woody e Buzz Lightyear, invece, in occasione dei 20 anni del cartone, consegnano il premio per il migliore film d'animazione a "Inside Out". Il film ha battuto la concorrenza, come da pronostici. A ritirare l'Oscar il regista Pete Docter e il produttore Jonas Rivera.

Mark Rylance vince, a sorpresa, l'Oscar 2016 come miglior attore non protagonista per la sua interpretazione nel film di Steven Spielberg "Il ponte delle spie". A consegnargli l'ambita statuetta d'oro è Patricia Arquette. Rylance ha battuto la concorrenza di Christian Bale, Tom Hardy, Sylvester Stallone e Mark Ruffalo. "Aver lavorato con uno dei grandi narratori della storia è stato un grande onore. Lui gestisce tutto con così tanto amore che è circondato da artisti di ogni tipo, non ultimo Tom Hanks. Ho recitato con lui e questo mi ha aiutato ad essere riconosciuto da tutti per strada", ha detto Rylance ritirando il premio.

"A Girl in the River: the price of forgiveness" di Sharmeen Obaid-Chinoy ha vinto il premio Oscar come miglior corto documentario, mentre "Amy" di Asif Kapadia e James Gay-Rees, basato sulla vita di Amy Winehouse, ha vinto il premio Oscar come miglior documentario.

L'Oscar per il miglior cortometraggio va a "Stutterer" di Benjamin Cleary and Serena Armitage. Applausi in sala per l'arrivo di Jacob Tremblay, l'attore di "Room" che ha appena 9 anni, che ha annunciato il riconoscimento.

Sono i due attori di origine non americana, Sofia Vergara e Byung-hun Lee, a consegnare l'Oscar per il miglior film straniero a "Il figlio di Saul", pellicola ungherese. A ritirare il premio il regista Laszlo Nemes, che ha dichiarato sul palco: "Anche nei momenti più bui c'è una voce che ci consente di restare umani: spero che sia questo ad infondere il mio film".

Oscar per la miglior canzone originale a Jimmy Napes e Sam Smith per "Writing's on the Wall", tema portante di Spectre, ultimo film di James Bond. Sconfitta, a sorpresa, Lady Gaga.

Dopo cinque nomination andate a vuoto e un premio onorario alla carriera, gli Oscar hanno incoronato Ennio Morricone. L'ottantasettenne maestro italiano si è aggiudicato la più ambita statuetta di Hollywood per la colonna sonora di "The Hateful Eight", scritta appositamente per il regista Quentin Tarantino.

La cerimonia sta per concludersi ed arrivano i premi per le categorie più prestigiose. Alejandro Gonzales Inarritu è il miglior regista decretato dagli Oscar 2016 per "Revenant". "Non posso credere che stia accadendo. È fantastico ricevere questo premio ed è ancora più bello condividerlo con il cast e con tutti quelli che hanno lavorato. Leo tu sei il redivivo, grazie per aver dato la tua anima e la tua arte per questo film. Io sono fortunatissimo, ma molti altri non hanno avuto la mia stessa fortuna. Vogliamo un'opportunità per liberarci di tutti i pregiudizi. Il colore della pelle è irrilevante come la lunghezza dei nostri capelli".

Brie Larson, come da programma, vince nella categoria miglior attrice protagonista per il suo ruolo di madre prigioniera in "Room". Vince alla sua prima nomination, non succedeva dal 1987.

Un incredulo Leonardo DiCaprio vince finalmente il premio come miglior attore protagonista per la sua performance nel film "The Revenant - Redivivo". "Mi congratulo con gli altri candidati incredibili per le loro performance. "Revenant" è il frutto di uno sforzo incredibile di tutta la troupe. E ringrazio Tom Hardy, mio fratello: questo premio è anche per te. E Inarritu: hai segnato la storia del cinema in questi ultimi due anni. Grazie anche a Chivu per aver creato un'esperienza cinematografica trascendentale. Grazie a Scorsese per avermi insegnato così tanto. E ai miei genitori: nulla sarebbe stato possibile senza di voi".

Infine, il premio più importante, quello per il miglior film, va a "Il caso Spotlight", una vittoria un po' a sorpresa, ma che in parte era stata anticipata dai bookmaker e dal precedente premio per la miglior sceneggiatura originale. Michael Sugar, il produttore del film, durante il discorso di ringraziamento ha rivolto un pesante monito al mondo della Chiesa: "Questo premio dà voce ai sopravvissuti. Una voce che arriverà al Vaticano. Papa Francesco, è arrivato il momento di proteggere i bambini".

Commenti

istituto

Lun, 29/02/2016 - 06:44

No nessuna sorpresa per l'Oscar ad il caso Spotlight. Come avevo detto in un mio precedente commento ad un articolo, il premio ai Festival cinematografici adesso lo si da a film che promuovono l'ideologia GENDER,la causa LGBT,l'aborto,il divorzio,l'immigrazione selvaggia(Fuocoammare),l'ateismo, e la lotta contro la Chiesa. Se vivessi in America (dove si può scommettere su tutto) avrei scommesso subito 1000 dollari su Spotligh......Come volevasi dimostrare....

BlackMen

Lun, 29/02/2016 - 12:20

istituto: quindi secondo lei un film di denuncia contro la pedofilia ecclesiastica è un film contro la chiesa?

Ritratto di riana

riana

Lun, 29/02/2016 - 13:09

La pedofilia ecclesiastica non significa necessariamente pedofilia cattolica. Tanto piu`che negli Stati Uniti sono prevalentemente di fede Protestante. Il credo Luterano, dove i preti possono allegramente sposarsi e fare figli. Un gran film Spotlight ma e`un film inchiesta per lo piu`e il monito al Papa e` puerile e propagandistico perche` lui per primo inizio` a fare ripulisti di pedofili e banchieri vaticani.

Ritratto di woman

woman

Lun, 29/02/2016 - 13:37

Spotlight è la risposta agli anatemi del papa contro Trump e una buona parte di americani. Prima di condannare gli altri sarebbe meglio pensare ai propri reati.

Ritratto di frank.

frank.

Lun, 29/02/2016 - 14:41

grandissima Woman, sei una profonda conoscitrice del cinema. Le polemiche del papa con Truman sono di una settimana fa...cavolo questi americani sono potentissimi. Per vendicarsi del papa in una settimana hanno girato da niente un film, l'hanno montato e mixato, l'hanno fatto uscire nelle sale e sono pure riusciti a prendere un oscar che normalmente viene assegnato ai film girati l'anno precedente! Cacchio Holliwood, la Spectre in confronto è un club di amanti dell'uncinetto!

Keplero17

Lun, 29/02/2016 - 17:21

Renzi ne farà un proprio successo.

Ritratto di OPERAZIONE CICERO

OPERAZIONE CICERO

Lun, 29/02/2016 - 20:42

Chapeau Maestro. Ma qui i commentatori parlano d'altro. Per la precisione, della scoperta dell'acqua calda. Ovvero, si accorgono che molti preti(non tutti e per fortuna), sono pedofili. La prego, dedichi una colonna sonora a questi idioti. Altro Oscar assicurato.