In tv gli ascolti salgono con Twitter E viceversa

Forse questa è una ricerca determinante davvero, nel senso che potrebbe cambiare il modo di valutare il gradimento dei programmi tv: gli ascolti aumentano con i tweet e viceversa. La società Nielsen, che nel ramo rilevamenti è una autorità, ha monitorato con il contributo di SocialGuide ben 221 programmi diversi trasmessi in prima serata sulle principali reti americane e ne ha comparato minuto per minuto gli ascolti e il flusso di tweet che li riguardavano. Per quasi un terzo dei casi (il 29 per cento) le conversazioni sul sito di microblogging aumentavano di pari passo con gli indici d'ascolto del programma in questione. In poche parole, i commenti e gli hashtag legati a quelle trasmissioni avevano spinto alcuni (molti) utenti a scegliere proprio quel canale televisivo e quindi entrare direttamente nella discussione. Una tendenza che aumenta specialmente con i reality show, con i talent show e con quei programmi basati sulla competizione (in Italia potrebbero essere Masterchef, X Factor, Amici).
A seguire ci sono le serie o le fiction e infine lo sport, specialmente quando si tratta di sfide spettacolari e drammatiche. Certo, per chi è abituato ad affiancare l'uso dei social network alla televisione, si tratta di considerazioni più o meno prevedibili. Ma stavolta l'indagine Nielsen la certifica con dati analitici. E sarà sicuramente replicata in altre parti del mondo, Italia compresa. Sono dati che potrebbero avere una rilevanza decisiva anche nel placement pubblicitario e nello sganciamento della tv da quell'unico parametro ufficiale di valutazione che è quello dello share.