Uomini e Donne, incontro tra Teresa e Andrea: lite e lancio di sedia

La puntata di oggi è dedicata al confronto tra Teresa Langella e Andrea Dal Corso dopo il no del corteggiatore alla prosperosa napoletana. Il confronto si trasformerà in una furibonda discussione con accuse e sedie volanti incluse. La Langella ha accusato Dal Corso di essere falso e di averla presa per i fondelli

Nella puntata odierna di Uomini e Donne, Teresa Langella ritorna in studio con Andrea Dal Corso e Antonio Moriconi. Tutto il pubblico si è ritrovato ad essere testimone di una piazzata furente dove sono volate parole pesanti e pure una sedia.

Uomini e Donne è uno show da sempre capace di sorprendere, di suscitare nel pubblico emozioni e di donare tumultuosi colpi di scena. Nella puntata di oggi abbiamo potuto assistere ad una esplosiva scenata tra Teresa e Andrea.

In un primo momento Teresa si è allontanata dai riflettori in preda a una visibile quanto incontrollabile crisi di nervi pur di non confrontarsi con Andrea. Poi però ha cambiato idea. Il ragazzo è stato pesantemente accusato di essere una persona falsa perché avrebbe dovuto manifestare le sue incertezze molto prima della scelta. La bella napoletana, dal canto suo, non ha accettato proprio sportivamente il fatto di essere stata ripudiata davanti a tutti i suoi parenti ed ha avuto come reazione quella di lanciare una sedia nei pressi del suo “traditore”.

Dal Corso ha poi tentato inutilmente di difendersi cercando di colpevolizzare l’affascinante ex tronista per l’accaduto. Le ha detto che la sua condotta, alla fin fine, non era stata poi tanto diversa da quella che lei aveva riservato ad Antonio Moriconi e che i suoi sentimenti, purtroppo, erano zoppicanti sin dall’inizio.

Dopo essersi sfogata col pubblico, raccontando per filo e per segno di come si fosse sentita in conseguenza del rifiuto di Andrea, la Langella ha rincontrato Antonio che, entrato in studio, l’ha baciata sulla guancia. Antonio ha commentato che mai si sarebbe aspettato un rifiuto da parte dell’ex tronista e che pertanto si è sentito un povero illuso.