Virginio, un cuore oltre il talent

Dopo tre anni di silenzio il vincitore di «Amici» propone un disco e un tour

Antonio LodettiMentre i grossi calibri dei talent si sfidano sul palco del Festival di Sanremo Virginio, che trionfò ad Amici, riprende la sua carriera solista con un singolo ed un nuovo album. «Amici mi ha aperto delle opportunità enormi e mi ha cambiato la vita, ma mi ha insegnato ad essere pragmatico. Il mio obiettivo non è l'entertainment ma fare musica». Così, dopo tre anni di pausa, è tornato al disco grazie all'incontro col grande produttore Corrado Rustici. Non è diventato una star Virginio, ma è un buon professionista che gestisce la sua carriera artistica senza montarsi la testa. «Non ho mai seguito tantissimo i talent, lo dissi a Maria De Filippi e lei mi rispose: meglio così!. Non sono avvezzo alla tv ma mi piacerebbe continuare a farla». Intanto porta avanti il suo sound che incrocia la melodia italiana con l'attitudine vocale al soul e al funky. «Imparando a cantare ho sempre voluto miscelare il Brit Pop dei Radiohead e dei Coldplay con un pizzico di soul, e non è una cosa semplice da fare in lingua italiana». Infatti il sogno di Virginio (che con Rustici ha inciso anche a San Francisco) dopo aver lavorato con Laura Pausini, è quello di scrivere in inglese. «Voglio diventare internazionale e sono sempre in evoluzione. Dentro c'è un fuoco che mi cambia in continuazione».