La vita di Gesù Cristo in un film di realtà virtuale alla Mostra di Venezia

La proiezione si terrà nel nuovo Vr Theater, allestito al secondo piano del Casinò e attrezzato con 50 Vr Head Gears

Sarà presentata in anteprima mondiale alla 73esima edizione della Mostra di Venezia un'anticipazione di quaranta minuti di "Jesus Vr -The Story of Christ", primo lungometraggio mai realizzato in realta' virtuale. Il film, che avrà una durata finale di novanta minuti, è prodotto da Autumn Vr Inc. e Vrwerx Llc.

Per quattro giorni, dall'1 al 4 settembre, tutti gli accreditati della Mostra di Venezia potranno sperimentare questa tecnologia - la nuova esperienza immersiva che sta rivoluzionando il mondo della visione - applicata all'anticipazione di "Jesus Vr -The Story of Christ", sia per un tempo limitato, sia integralmente.

La proiezione si terrà nel nuovo Vr Theater, allestito al secondo piano del Casinò e attrezzato con 50 Vr Head Gears, dei visori appositi per la visione individuale su sedie rotanti a 360 gradi della vita di Gesù Cristo.

"Siamo particolarmente lieti dell'opportunità di presentare il primo lungometraggio al mondo interamente realizzato in Virtual Reality - ha dichiarato il Direttore della Mostra Alberto Barbera - Jesus VR servirà a dimostrare le potenzialità narrative e spettacolari della nuova tecnologia, sinora limitata a filmati di breve durata. Il fatto assume particolare valore nell'anno in cui anche il rinnovato mercato del film, ora Venice Production Bridge, presenta 6 progetti di Vr fra le 40 proposte di prodotti audiovisivi in cerca di finanziamenti, insieme a film, documentari, serie Tv e web series. Un segno dell'attenzione che la Mostra di Venezia riserva ai grandi mutamenti che stanno contribuendo a ridefinire l'orizzonte della produzione di immagini in movimento".

"Jesus Vr-The Story of Christ" intende mostrare e raccontare da vicino, tornando indietro di 2000 anni e in una maniera mai vista, la storia di Gesù Cristo, dalla nascita alla resurrezione, dal battesimo ai primi miracoli fino alle ultime ore della crocifissione.