The Voice of Italy, il palco del riciclo che non "rifiuta" nessuno

La giovane Sarah Jane Olog arriva sul palco del talent canoro: da Amici alla radio, passando per le collaborazioni con due dei giudici, Noemi e J-Ax

In principio fu Chiara Iezzi, che con la sorella Paola conquistò le classifiche italiane. Poi arrivò Dennis Fantina, il primo vincitore di un talent, Saranno Famosi, che in seguito si trasformò in Amici di Maria De Filippi. Ma non basta. Dopo il fratello della cantante Mietta, tocca a Sarah Jane. Chi? Forse i "feticisti" dei talent l'avranno riconosciuta per la partecipazione alla terza edizione di "Amici". Già, anche lei cresciuta nel vivaio di un altro storico programma per giovani talenti.

Insomma, The Voice of Italy sembra un grande palco del riciclo. Tutti si ripropongono, si danno una rinfrescata, qualche gorgheggio e via a cantare. Magari una settimana di gloria se la guadagnano anche. O come aveva carinamente dichiarato a Vanity Fair, la ex bionda Chiara di "Paola e Chiara": "Con The Voice non riparto da zero, ma da sottozero". Ecco, tanto per essere chiari.

Eppure, da questo sottozero spuntano come funghi i "famosetti" della musica italiana. Quelle meteore di un solo disco (che ha venduto copie per il numero di amici e parenti), quei cantanti dalla popolarità stile Formula Uno. Ed il percorso della new entry, Sarah Jane, è di tutto rispetto: corista ufficiale di Supermax il programma di Radio Due che Max Giusti. Ed anche i contatti con colleghi famosi non sono mancati. La meraviglia sul volto di J-Ax si è presentata quando si è reso conto di averci duettato poche settimane prima della registrazione della puntata: "Ma noi due abbiamo duettato qualche giorno fa" ha detto il rapper, ricevendo la conferma della cantante. "Lei è la corista del programma di Max Giusti" ha continuato J-Ax. E la stessa Noemi ha rincarato la dose: "Sara Jane è stata anche una mia corista".

Insomma, sembrano tutti molto "Amici".