Al via la nuova edizione di The Voice of Italy

Al comando della nuova edizione di The Voice of Italy c'è Simona Ventura, affiancata dai coach Gigi D'Alessio, Guè Pequeno, Elettra Lamborghini e Morgan

È ripartito questa sera su Rai 2 "The Voice of Italy", il talent musicale che vede al timone Simona Ventura, in precedenza già al comando di X Factor. Insieme a lei in questa avventura saranno presenti in qualità di coach Gigi D’Alessio, Guè Pequeño, Morgan ed Elettra Lamborghini. Lo scopo dello show è quello di riuscire a scoprire la voce più bella tra quelle ascoltate, ma senza vedere chi si cela dietro di essa. Questa sera conosceremo i 24 concorrenti che sono arrivati alla cosiddetta ”Battle”, di cui 12 passeranno alla fase successiva del “Knockout”.

La puntata inizia con Josuè Previti, 17 anni, che con "When we were young" di Adele impressiona da subito tutti e quattro i giudici, i quali premono tutti il famoso pulsante. Sarà quindi il concorrente a decidere chi sarà il suo coach. E mentre Josuè sceglie Guè Pequeno, la seconda concorrente, Giorgia, lascia strabiliato con la sua performance di "No Roots" di Alice Merton, un Morgan che con la sua esuberanza tenta di convincere la ragazza a scegliere lui dicendole: “Ti convincerò col basso”. I due si lanciano così in uno spassoso duetto a colpi di basso, mentre un’adirata ma divertita Elettra Lamborghini rincorre Morgan per farlo sedere. E sarà proprio l’erede di Lamborghini a spuntarla: Giorgia, 16 anni, ha scelto la spumeggiante Elettra come coach.

La puntata continua con un’altra Giorgia, che spiazza i coach con "A me me piace o’ blues" di Pino Daniele. Nessuno preme il bottone, nessuno si gira e la commozione di Giorgia si avverte a distanza. Ma sarà Gigi D’Alessio a svelare il motivo della loro scelta. “Di Pino Daniele ce n’è uno solo, Pino lo può cantare solo Pino", afferma il cantante e “non abbiamo avuto abbastanza coraggio ascoltandoti, mentre tu portando questa canzone così difficile lo hai avuto.

Le “Blind auditions” vanno avanti ed arriva la volta di un cantante decisamente sui generis: “ “sono Alberto Nemo”, si presenta un giovane vestito di nero, “e quando non vengo da Rovigo, vengo da Altrove” . Questa la presentazione di Alberto, che arriva a “The Voice” con una versione dark di “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio de Andre’. La sua versione è talmente suggestiva che i coach ne restano spiazzati: Elettra gli chiede timidamente: “da che pianeta vieni?” , e Guè Pequeno dice “fa paura”. Il cantautore, che dice di aver suonato anche ai funerali però, pur non essendo scelto da nessuno dei coach, risulta tuttavia particolarissimo nel suo genere, sia per Gigi D’Alessio che per Morgan, il quale sdrammatizza abbracciandolo e chiedendogli di non fargli il malocchio perché “ce l’ho già”.